Golf, PGA Tour 2020: si riparte con il Charles Schwab Challenge. I campioni al via, Tiger Woods e Francesco Molinari assenti

Mancano pochi giorni al ritorno del PGA Tour: l’11 giugno, infatti, prenderà il via (senza spettatori) il Charles Schwab Challenge, torneo un tempo noto semplicemente come Colonial (dal nome completo, Colonial National Invitation) e con una storia alle spalle abbastanza lunga da aver visto come vincitori diversi grandi nomi.

Saranno presenti non meno di 101 giocatori, sui 148 del field, che hanno vinto almeno un torneo dall’altra parte dell’Oceano. Su tutti, ci sono i primi cinque giocatori del mondo: il nordirlandese Rory McIlroy, lo spagnolo Jon Rahm e i tre padroni di casa Brooks Koepka, Justin Thomas e Dustin Johnson. Allargando il discorso ai primi dieci troviamo altri due nomi, quelli di Patrick Reed e Webb Simpson, che erano al numero 8 e 9 rispettivamente quando il ranking mondiale è stato bloccato.

Non ci sarà Tiger Woods, che rinvia in questo modo il proprio ritorno, e non è l’unico tra i maggiori giocatori del mondo. Oltre a lui, anche alcuni giocatori europei non saranno della quattro giorni: Francesco Molinari, Tommy Fleetwood e Paul Casey sono i nomi principali. Anche oltre l’Europa ci sono assenze importanti: quella del numero 6 del mondo, l’australiano Adam Scott, il giapponese Hideki Matsuyama. Tra i presenti, invece, anche un grande del passato, il tedesco Bernhard Langer, che il torneo in carriera non l’ha mai vinto, ma nel palmares conta due Masters e altri 41 tornei sull’European Tour in 22 anni.

Con il PGA Tour riprenderà anche la copertura in streaming di GolfTV, che ha l’esclusiva del circuito professionistico americano.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL GOLF

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

NASCAR Xfinity Series, A. J. Allemendinger sigla la prima vittoria su ovale della carriera!

Sport in tv oggi (domenica 7 giugno): orari e palinsesto completo. Come vedere gli eventi in streaming