Show Player

Ciclismo, Europeo BMX riprogrammato ad ottobre. Cattaneo: “Speriamo di ripartire per il primo luglio”



Finalmente, con la graduale ripresa della normale routine quotidiana per tutti dopo l’avvento della pandemia del Covid-19, anche il mondo dello sport comincia a muovere i suoi primi passi lungo un tortuoso tragitto che lo riporterà alla normalità, iniziando a riprogrammare alcuni degli eventi rimandati a causa dell’emergenza.

Il mondo della BMX, dopo aver saputo che il movimento delle due ruote è stato ritenuto dai vari comitati tecnico-scientifici uno dei più idonei a ripartire, ha quindi immediatamente ricollocato tra il 2 e il 4 ottobre 2020 il Campionato Europeo di Dessel, in Belgio.

Loading...
Loading...

L’evento, che assegnerà complessivamente 7 titoli europei (junior, under 23, elite maschili e femminili e Team Time Trial), si trasformerà quindi in uno dei palcoscenici più importanti di questa travagliata stagione e rappresenterà una delle prime vere grandi manifestazioni internazionali del movimento della BMX Racing dopo il dramma del Covid-19.

Per quanto concerne invece agli altri appuntamenti, il Campionato Europeo Mountain Bike Cross-country, in programma a Graz-Statteg (Austria), è stato riprogrammato il 15, 16, 17 e 18 ottobre 2020, mentre il Campionato Europeo MTB Youth di Pila (Italia), che si sarebbe dovuto svolgere a fine luglio, è stato invece annullato.

Il Presidente dell’Union Européenne de Cyclisme Rocco Cattaneo si è espresso poi in questi termini riguardo il lavoro che il suo team sta svolgendo: “In un momento delicato come quello attuale ci stiamo impegnando per una ricollocazione nei calendari di tutti gli eventi europei proprio per dare al movimento ciclistico del nostro continente, e a tutte le sue componenti, lo spazio che merita in ambito internazionale. Si tratta di un lavoro non facile che stiamo portando avanti in perfetta sintonia con l’UCI, le Federazioni Nazionali e tutti gli organizzatori che ringrazio per la collaborazione e l’impegno con cui stanno affrontando queste settimane frenetiche che ci porteranno ad una ripartenza dell’attività, qualora ce ne siano le condizioni, a pieno ritmo”.

Le dichiarazioni lasciano intendere che l’UEC stia quindi lavorando per poter ripartire già dal primo luglio, ovviamente nel pieno rispetto della salute di tutti gli atleti e dei vari addetti ai lavori che si dovrebbero mobilitare per il corretto svolgimento degli eventi. 

michele.giovagnoli@oasport.it

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Pagni

Loading...

Lascia un commento

scroll to top