Show Player

Si potrà uscire di casa il 4 maggio? Riaperture barbieri, palestre, negozi, ristoranti: le possibili date



Entro il fine settimana del 25-26 aprile il Governo varerà il nuovo decreto che darà ufficialmente inizio alla sospirata Fase 2. Dal 4 maggio l’Italia tornerà gradualmente ad una parvenza di vita normale. Non sarà un ‘liberi tutti’, il nemico invisibile resterà in agguato, le nostre esistenze non saranno giocoforza quelle di un tempo. Ma cosa succederà realmente tra poco meno di due settimane? Cosa si potrà fare e cosa sarà ancora inibito. E, soprattutto, quando ripartiranno le varie attività economiche? Andiamo a scoprire tutti i possibili scenari.

SI POTRA’ USCIRE DI CASA IL 4 MAGGIO? 

Quasi certamente sì! E potrebbe non servire più l’autocertificazione. Si potrà anche uscire dal proprio comune di residenza, ma sarà vietato spostarsi da una Regione all’altra. Sarà obbligatorio indossare guanti e mascherine. Saranno comunque preclusi gli assembramenti.

Loading...
Loading...

SI POTRANNO INCONTRARE I PROPRI PARENTI, ANCHE FUORI DAL COMUNE DI RESIDENZA?

Sì, ma sempre utilizzando guanti e mascherine.

QUANDO RIAPRIRANNO LE VARIE AZIENDE?

Si procederà a una riapertura graduale in base al rischio di ogni singola attività, individuato tramite le specifiche tabelle Inail. Alcune aziende considerate a basso rischio, come ad esempio quelle della moda, potrebbero riaprire già dal 27 aprile, a patto che rispettino le direttive dei protocolli sanitari. Il 4 maggio riapriranno invece le aziende manifatturiere ed i cantieri.

QUANDO RIAPRIRANNO I NEGOZI

Come riporta Repubblica, si sta facendo largo l’ipotesi che possano riaprire dall’11 maggio, anche se si attendono conferme a riguardo. Gli ingressi saranno contingentati, le file diventeranno una prerogativa delle nostre vite. Inoltre i gestori dovranno sanificare costantemente gli ambienti e gli oggetti (compresi gli indumenti provati nei negozi di abbigliamento).

QUANDO RIAPRIRANNO BAR E RISTORANTI? 

E’ possibile che dal 4 maggio venga perlomeno consentito il servizio di asporto (detto anche ‘take away’). Secondo diverse fonti, la riapertura vera e propria potrebbe avvenire dal 18 maggio. Ovviamente anche qui le limitazioni saranno stringenti: possibili plexiglass divisori tra i tavoli, obbligo di mascherine per camerieri e cuochi, distanza di almeno 2 metri tra i clienti. E’ probabile che i bar non potranno servire ai banconi, ma solo ai tavoli.

QUANDO RIAPRIRANNO PALESTRE, PISCINE E CENTRI BENESSERE?

Il Governo vuole andarci cauto, si tratta di ambienti promiscui, dove potrebbero generarsi nuovi focolai. Come riferisce la Gazzetta dello Sport, una possibile data per la riapertura sarebbe quella dell’8 giugno, ma determinante risulterà l’indice di contagio nelle settimane venture. Gli ingressi saranno limitati e gli ambienti dovranno venire sanificati più volte al giorno, così come gli attrezzi.

QUANDO RIAPRIRANNO PARRUCCHIERI, BARBIERI, ESTETISTI?

Qualcuno spinge per una riapertura l’11 maggio, quando dovrebbero tornare in attività i negozi. Il fronte più prudente valuta invece come ipotesi il 18 o 25 maggio, tenendo presente che si potrà accedere in negozio una persona alla volta (o una persona per dipendente) e solo su appuntamento. Anche in questo caso la sanificazione sarà obbligatoria, così come la sterilizzazione degli attrezzi.

COME SARANNO I TRASPORTI?

Altro nodo complicato. Per rispettare il distanziamento di almeno un metro tra le persone bisognerà davvero rivedere orari, numero di corse, afflussi città per città, Regione per Regione. Il diktat dovrebbe essere quello di potere salire su bus, metro, tram, treni soltanto se ci sono posti a sedere e ovviamente con passeggeri distanziati tra loro. Ovviamente mascherina obbligatoria.

QUANDO RIAPRIRANNO CINEMA E TEATRI?

Al momento non è prevista la riapertura dei luoghi di aggregazione, soprattutto al chiuso. Se ne riparlerà verosimilmente in autunno. Le arene e gli stadi potrebbe subire una deroga ma soltanto se l’indice di contagio R0 fosse davvero basso e comunque con scaglionamento e poltrone distanti. Attenzione: potrebbe tornare di moda il drive-in.

SI POTRANNO FARE LE VACANZE? LA SITUAZIONE DEGLI STABILIMENTI BALNEARI

Secondo il Corriere della Sera, non c’è ancora una decisione definitiva. L’orientamento sarebbe quello di tenere aperti gli stabilimenti con una distanza molto ampia tra gli ombrelloni e nei punti di ristoro, ne sapremo di più nei prossimi giorni. Resta da capire eventualmente come verrebbero gestite le spiagge libere. 

QUANDO SI POTRANNO ORGANIZZARE GRANDI EVENTI?

Almeno fino a settembre sarà verosimilmente esclusa la possibilità di organizzare eventi, convegni, presentazioni, manifestazioni pubbliche.

LE SCUOLE RIAPRIRANNO?

Manca soltanto l’ufficialità ma è praticamente sicuro che non ci sarà una riapertura entro la conclusione dell’anno scolastico. Promozione diretta per tutti gli studenti: Esame di Maturità composto esclusivamente da un maxi-colloquio orale di un’ora; Esame di Terza Media consistente in una semplice tesina senza altre prove. La ministra Azzolina sta spingendo affinché almeno la prova orale della Maturità venga svolta in classe, al cospetto della commissione interna (solo il presidente sarà esterno).

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top