Show Player

Passeggiate, sport, allenamento, andare a correre: Italia in zona rossa, vietate tutte le attività all’aperto



Tutte le attività ludiche e sportive sono state vietate in Italia dal 23 marzo al 3 aprile (in Lombardia fino al 15 aprile), anche se svolte in solitaria. Non si potrà più andare a correre, così come non saranno consentiti gli allenamenti per nessuna disciplina. Delle deroghe verranno concesse solo agli atleti professionisti, in particolare per coloro che si stanno preparando per le Olimpiadi di Tokyo 2020 (ammesso che si svolgano, i dubbi sono sempre maggiori).

Il Governo ha optato per una nuova stretta nel tentativo di arginare in qualche modo il proliferare inarrestabile della pandemia del coronavirus: purtroppo l’Italia è la nazione che ha registrato più morti in tutto il mondo, anche più della Cina.

Loading...
Loading...

Addio dunque allo jogging: chi ne è munito, dovrà fare ricorso ai tapis roulant. Anche le semplici passeggiate per diletto non saranno consentite. Chi dovrà portare fuori i propri animali per i bisogni, dovrà farlo nei pressi del domicilio.

Il provvedimento varato dal Consiglio dei Ministri prevede infatti che si possa uscire solo per quattro motivi:

  • Stato di necessità.
  • Motivi di salute.
  • Comprovate esigenze lavorative.
  • Rientro al proprio domicilio, abitazione o residenza.

Lo sport e la cura del proprio corpo passano giustamente in secondo piano dinanzi alla salute. Il nemico invisibile continua a mietere centinaia di vittime ogni giorno. Come ha ammesso il Premier Giuseppe Conte: “Si tratta della crisi più grande che il Paese sta affrontando dal secondo Dopoguerra“.

AGGIORNAMENTO 08.50 LUNEDI’ 23 MARZO:

C’è però un’importante discrepanza perché alcune Regioni hanno messo in atto misure ulteriormente restrittive e i cittadini residenti in quelle zone devono prendere in considerazione le direttive locali. Ad esempio in Lombardia e in Veneto è totalmente vietato praticare sport all’aria aperta, anche nei pressi di casa e in solitaria: l’attività motoria è bandita già da ieri come era già successo in Emilia Romagna e in Campania. Il consiglio, prima di muovervi, è quello di consultare i siti istituzionali delle varie Regioni, Province, Comuni in cui siete residenti per venire a conoscenza di tutti i divieti specifici.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse 

Loading...

Lascia un commento

scroll to top