Olimpiadi degli scacchi rinviate dal 2020 al 2021. L’evento si terrà ancora a Mosca


C’è un evento dal nome olimpico, ma che è scollegato rispetto alla rassegna a cinque cerchi che tutti conosciamo. Si tratta delle Olimpiadi degli scacchi, uno tra gli eventi più seguiti e conosciuti tra gli appassionati, che si tiene ogni due anni e che, nel 2006, è stato ospitato a Torino a pochi mesi di distanza dai Giochi Olimpici Invernali.

L’edizione 2020 doveva tenersi a Mosca. Doveva, perché non si terrà, in quanto la FIDE, federazione internazionale, ha deciso di rinviare la manifestazione al 2021. Il comunicato rilasciato dal Consiglio della FIDE recita:

Loading...
Loading...

Cari membri della comunità scacchistica, come sapete, le Olimpiadi degli scacchi sono l’evento FIDE più popolare, cui assistono migliaia di persone, compresi giocatori, allenatori, arbitri e spettatori. La missione delle Olimpiadi scacchistiche non è solo di determinare i risultati sportivi, ma anche di rendere più popolare il nostro gioco e unire gli amanti degli scacchi nel mondo in questo festival dello sport veramente globale.

Allo stesso tempo, la FIDE è molto attenta alla crescente pandemia di COVID-19 e al suo impatto sulle vite delle persone. Prendendo in considerazione i report dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che indicano la costante crescita del numero dei casi nel mondo, e visto il comunicato del CIO riguardante i Giochi Olimpici di Tokyo 2020, la FIDE ha deciso di rinviare le 44e Olimpiadi degli Scacchi (incluse le competizioni per giocatori con disabilità) e il Congresso FIDE.

Questi eventi, che dovevano svolgersi a Mosca e Khanty Mansiysk nell’estate del 2020, sono riprogrammati per l’estate del 2021 nelle stesse sedi. La FIDE continuerà a lavorare duramente per supportare varie attività scacchistiche, stando allo stesso tempo attenta prima di tutto alla salute e al benessere dell’intera comunità degli scacchi“.

Le ultime Olimpiadi degli scacchi, disputate a Batumi, in Georgia, nel 2018, avevano visto un trionfo assoluto della Cina, vincitrice sia al maschile che al femminile. L’Italia si era classificata rispettivamente al 33° e al 49° posto, con Marina Brunello che vinse la medaglia d’oro in quarta scacchiera.

In Russia, ma a Ekaterinburg, continua a svolgersi il Torneo dei Candidati, giunto ieri al sesto turno dei quattordici previsti e che osserva oggi il secondo dei quattro giorni di riposo.

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: NewFabrika / Shutterstock.com

Loading...

Lascia un commento

scroll to top