Show Player

NBA 2020, i risultati della notte (7 marzo). I Lakers fermano i Bucks, vincono Gallinari e Melli



Si sono disputati nella notte ben 10 match della NBA, con diversi risultati importanti nella corsa playoff. Vincono a New York gli Oklahoma City Thunder di Danilo Gallinari, mentre i New Orleans Pelicans di Nick Melli fermano i Miami Heat. Cadono, in casa, i Boston Celtics, mentre i Brooklyn News battono nettamente gli Spurs di Belinelli e, infine, i Los Angeles Lakers battono i Milwaukee Bucks.

Nuovo successo e nuova ottima prestazione di Danilo Gallinari e gli Oklahoma City Thunder che battono fuori casa i New York Knicks per 103-126, con l’azzurro miglior marcatore con 22 punti. Per i Knicks non basta Elfrid Payton (18 punti, 9 rimbalzi, 8 assist), in un match che dura un quarto, poi i Thunder scappano via. Restano aggrappati al sogno playoff, anche se è distante ben cinque vittorie, i Washingon Wizards, che superano gli Atlanta Hawks 118-112. Decisivi i 35 punti di Bradley Beal.

Loading...
Loading...

Vittoria fondamentale per continuare a sognare nella rimonta per Nik Melli e i suoi New Orleans Pelicans, che battono 110-104 i Miami Heat, che restano così quarti nella Eastern Conference. Match che i Pelicans praticamente guidano per 40 minuti, con 9 punti a referto per l’azzurro e 20 di Jrue Holiday, miglior marcatore dei suoi, con Zion Williamson che si ferma a 17 punti. Miglior marcatore del match, però, è Jimmy Butler con 28 punti, che però non bastano agli Heat. Salgono in settima posizione e consolidano i propri sogni playoff i Brooklyn Nets, che battono nettamente 139-120 i San Antonio Spurs. Non è sceso sul parquet Marco Belinelli, mentre i Newts hanno dominato (arrivando anche a +33) con la tripla doppia di Caris LeVert, con 27 punti, 11 rimbalzi e 10 assist.

Cadono in casa i Boston Celtics, battuti dagli Utah Jazz 94-99, squadra sempre più concreta e convincente e che può togliersi soddisfazioni anche nel post season. I padroni di casa guidano per un quarto di match, ma dallo scadere dei primi dieci minuti cedono il comando a Utah che nel secondo quarto (32-20) scappa via e poi gestisce. Miglior marcatore con 29 punti Marcus Smart. Vittoria fondamentale per tenere i Wizards a distanza per gli Orlando Magic che superano 132-119 i Minnesota Timberwolves in trasferta. Protagonista, ancora una volta, Nikola Vucevic, con 18 punti e 12 rimbalzi.

Il match più atteso, invece, viene vinto dai Los Angeles Lakers che battono i Milwaukee Bucks 113-103. Era la sfida tra le due prime classificate delle due conference e, dunque, per molti una specie di finale anticipata. I Bucks fanno la partita per quasi tutto il primo tempo, ma non riescono mai a scappare via, con il loro vantaggio che non arriva mai in doppia cifra. Il terzo quarto è decisivo, con i Lakers che mettono a segno un parziale di 39-28, arrivano anche a +15 e poi possono gestire. Vince la sfida, anche a livello personale, LeBron James con 37 punti e 8 assist, contro Giannis Antetokounmpo, che segna ‘solo’ 32 punti, ma mette una doppia doppia con 11 rimbalzi.

Nelle altre sfide gli Indiana Pacers superano 108-102 i Chicago Bulls con 24 punti e 12 rimbalzi di Domantas Sabonis, mentre i Dallas Mavericks si impongono sui Memphis Grizzlies, allungano proprio sugli avversari in classifica al settimo posto. 21 punti per Luka Doncic, che vede il suo compagno Kristaps Porzingis fare meglio con 26. Infine, pesante ko per i Portland Trail Blazers che non sfruttano lo stop di Memphis e cedono 127-117 in casa dei Phoenix Suns.

Questi i risultati della notte NBA:

Washington Wizards – Atlanta Hawks 118-112
New York Knicks – Oklahoma City Thunder 103-126
Brooklyn Nets – San Antonio Spurs 139-120
Chicago Bulls – Indiana Pacers 102-108
New Orleans Pelicans – Miami Heat 110-104
Boston Celtics – Utah Jazz 94-99
Minnesota Timberwolves – Orlando Magic 118-132
Dallas Mavericks – Memphis Grizzlies 121-96
Phoenix Suns – Portland Trial Blazers 127-117
Los Angeles Lakers – Milwaukee Bucks 113-103

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI BASKET

duccio.fumero@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top