Show Player

Trampolino elastico, Mondiali 2019: definiti i qualificati alle finali, assegnati i pass olimpici. Gao e Huang primi in semifinale



A Tokyo (Giappone) si sono disputate le semifinali dei Mondiali 2019 di trampolino elastico, la rassegna iridata si sta svolgendo all’Ariake Gymnastics Centre dove tra otto mesi avranno luogo le Olimpiadi 2020 (l’impianto è tenuto a battesimo proprio da questa competizione). I migliori otto atleti si sono qualificati alle finali di domani (massimo due per Nazionale), si sono anche assegnati otto pass per i Giochi (massimo uno per Nazionale).

MASCHILE – Il cinese Gao Lei realizza la miglior prestazione, il campione del mondo in carica stampa un ottimo 61.460 e rifila oltre un punto di distacco al bielorusso Ivan Litvinovich (60.300) e al russo Andrey Yudin (60.295). Quarta piazza per il cinese Dong Dong, un’icona di questo sport che ha vinto le Olimpiadi di Londra 2012 ed è argento iridato (60.190). Accedono all’atto conclusivo anche il russo Dmitrii Ushakov (59.385), il francese Allan Morante (59.215), i giapponesi Ryosuke Sakai (59.180) e Hiroto Unno (59.100). Clamorosa eliminazione del bielorusso Uladzislau Hancharou, il campione olimpico di Rio 2016 commette un errore, è soltanto 13° (58.455) e non riesce a qualificarsi alle Olimpiadi: per staccare il pass dovrà passare dal ranking di Coppa del Mondo. Questi i qualificati alle Olimpiadi attraverso i Mondiali: Gao, Litvinovich, Yudin, Morante, Sakai, lo statunitense Aliaksei Shostak, il neozelandese Dylan Schmit, l’australiano Dominic Clarke.

Loading...
Loading...

FEMMINILE – La cinese Huang Yanfei svetta con 56.820 punti, la 27enne asiatica non ha mai ottenuto risultati di rilievo in carriera e questa sembra essere la volta buona. Alle sue spalle la giapponese Hikaru Mori (56.290), giovane 20enne pronta ad esplodere in questa circostanza. Terza la britannica Laura Gallagher (55.340), quarta la canadese Rosannagh MacLennan (54.930 per la campionessa olimpica di Rio e Londra nonché detentrice del titolo iridato). Accedono alla finale anche la francese Lea Labrousse (54.865), la giapponese Chisato Doihata (54.590), la russa Iana Lebedeva (54.215), la canadese Samantha Smith (54.190). Si qualificano alle Olimpiadi: Huang, Mori, Callagher, MacLennan, Labrousse, Lebedeva, la georgiana Luba Golovina, la spagnola Noemi Romero.

Si sono disputate anche le finali del sincro (specialità non olimpica). Tra gli uomini hanno vinto i giapponesi Katsufumi Tasaki e Ginga Munetomo (52.920) davanti ai bielorussi Rabtsau/Hancharou (52.400) e ai russi Melnik/Azarian (52.060) mentre tra le donne apoteosi delle nipponiche Yumi Takagi e Ayano Kishi (49.590) che regolano le russe Kochesok/Kornetskaya (48.570) e le canadesi Smith/Tam (48.420).

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top