Show Player

Ciclismo, doping: 15enne assolto per la positività al Clostebol, il giovane era inconsapevole



Sentenza storica nel mondo del doping. Il Tribunale Nazionale Antidoping ha infatti deciso di assolvere un ciclista quindicenne che era risultato positivo al Clostebol. Secondo i giudici il ragazzo era inconsapevole del fatto, il Trofodermin (la pomata al centro della vicenda) era stata acquistata dalla mamma un anno prima per curare delle bruciature che la donna si era procurata col ferro da stiro.

L’acquisto è stato confermato anche dalla farmacia, successivamente la pomata era stata conservata senza la scatola di riferimento dove è stampato il bollino rosso di avvertimento e poi era stata utilizzata dal quindicenne quando era stato vittima di una caduta. Era stato chiesto un anno di squalifica per la positività allo steroide anabolizzante e invece il giovane ciclista potrà continuare a correre senza alcuno stop anche se la Procura Federale potrebbe fare ricorso.

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Loading...
Loading...

Foto: Valerio Origo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top