Seguici su

Artistica

Ginnastica, Mondiali 2019. Simone Biles attacca i giudici: “Solo H per lo Tsukahara avvitato? Ci chiedete di più e poi non lo riconoscete”

Pubblicato

il

Simone Biles non ha peli sulla lingua e si scaglia contro la commissione giudicante ai Mondiali 2019 di ginnastica artistica. La Reginetta della Polvere di Magnesio deve ancora scendere in pedana (gareggerà domani sera nel turno di qualificazione) ma ha avuto già modo di attaccare i giudici in maniera vigorosa. La sua arrabbiatura è originata dal fatto che lo Tsukahara avvitato in uscita dalla trave, elemento eseguito da lei per la prima volta nella storia, è stato riconosciuto soltanto con una difficoltà H: secondo la statunitense è troppo poco, avrebbe meritato una J come il difficilissimo doppio salto con triplo avvitamento al corpo libero, altro elemento inventato da lei e pronto a entrare nel codice dei punteggi.

La quattro volte Campionessa del Mondo all-around, capace di vincere complessivamente 20 medaglie iridate, ne ha parlato ai microfoni della NBC: “Sono sicura che se lo avesse eseguito una ginnasta proveniente da un altro Paese allora lo Tsukahara avvitato sarebbe stato una J. Invece perché sono io… Gareggio in un mio campionato a parte? Forse, ma non significa che non debbano riconoscere quello che faccio. Ci chiedono di alzare le difficoltà e di dare più artisticità migliorando gli skill. Lo facciamo ma poi non ce lo riconosco. Ora è semplice: se dai soltanto una H a quell’elemento non lo farà nessuno, con una J ci avrebbero provato altre“.

 

CLICCA QUI PER LA RISPOSTA DELLA FEDERAZIONE A SIMONE BILES

 

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: USA Gym

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *