Seguici su

Boxe

Boxe, Mondiali 2019: le speranze di medaglia dell’Italia. Azzurri non favoriti, serve un salto di qualità verso Tokyo 2020

Pubblicato

il

Soltanto sei azzurri saranno impegnati ai Mondiali 2019 di boxe che si disputeranno a Yekaterinburg (Russia) dal 9 al 17 settembre, non ci saranno infatti italiani impegnati nei 63 kg e negli 81 kg. Una spedizione incompleta per l’appuntamento più importante dell’anno che è anche espressione del difficile momento che sta attraversando il nostro pugilato maschile ad appena un anno dalle Olimpiadi di Tokyo 2020: le qualificazioni si disputeranno durante la prossima primavera e non sarà semplice per i nostri portacolori staccare il pass per la rassegna a cinque cerchi, sarà inevitabilmente necessario compiere un salto di qualità se si vorrà volare in Giappone.

La prima tappa di avvicinamento sarà la rassegna iridata dove l’Italia si presenterà con una sola concreta possibilità di vincere una medaglia, Aziz Abbes Mouhiidine può infatti essere protagonista tra i 91 kg anche se non sarà semplice emergere nel sempre difficile tabellone dei massimi dove la concorrenza è davvero spietata. Nel 2018 esplose vincendo i Giochi del Mediterraneo e i Campionati dell’Unione Europea ma quest’anno ha subito una battuta d’arresto agli Europei fermandosi ai quarti di finale contro il forte russo Gadzhimagomedov. Il 21enne si distingue per la sua potenza, per la qualità dei colpi e per la capacità di gestire l’incontro con una velocità di gambe fuori dal comune per questa categoria: riuscirà a consacrarsi in questa occasione?

Spicca l’assenza di Clemente Russo tra i supermassimi, Tatanka non parteciperà a questi Mondiali e punterà tutto sul torneo preolimpico: la stella del pugilato italiano dell’ultimo decennio riuscirà ad avere l’ultimo colpo di coda di una carriera leggendaria? In Russia potrebbero fare un po’ di strada Salvatore Cavallaro (75 kg) e Federico Serra (52 kg) se dovessero avere fortuna nel sorteggio. Poche possibilità invece per Mirco Carbotti (la novità tra i supermassimi), il nome nuovo Gianluigi Malanga (69 kg) e Francesco Iozia (57 kg messosi in evidenza tra gli Under 22 con tanta di bronzo agli Europei di caategoria).

 

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FPI

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *