Show Player

Corso per Telecronisti sportivi di OA Sport: recensioni e giudizi dei partecipanti. Location, lezioni e laboratori



Il 30 e 31 gennaio scorsi si è tenuto tra Dozza (BO) e Castel San Pietro Terme (BO) il Corso per Telecronisti sportivi di OA Sport. All’evento hanno partecipato 52 iscritti. Le lezioni sono state presenziate da affermati e conosciuti docenti dei principali e più noti broadcaster italiani: Fernando Siani (Sportitalia), Pietro Nicolodi (SKY), Cristina Chiuso (Eurosport), Giammarco Menga (Mediaset), Massimiliano Ambesi (Eurosport), Gianmario Bonzi (Eurosport), Roberto Chiesa (SMTV San Marino), nonché da attori come Chiara Sani e Roberto Montefusco.

Per gli studenti l’occasione si è rivelata propizia per apprendere le nozioni basilari per intraprendere un mestiere tanto complesso quanto affascinante. Per loro sono risultati fondamentali il contatto diretto con noti ed apprezzati professionisti del settore, nonché i laboratori pratici che hanno consentito a tutti di mettersi attivamente alla prova.

Loading...
Loading...

Di seguito vi riportiamo le recensioni sul corso pervenuteci da parte dei partecipanti.

MATTIA ESPOSITO: “L’esperienza targata OA Sport è stata magnifica. Per quanto riguarda l’organizzazione, non c’è nulla da segnalare come qualcosa di negativo. Come da programma, è stato rispettato tutto, anzi, la piacevole sorpresa di Fabio Scozzoli e Martina Carraro è stato un qualcosa in più che ha fatto piacere a tutti. La vostra presenza è stata costante nel seguirci e nell’illustrarci i vari step, che già conoscevamo grazie alle slide che ci avevate anticipato. Per quanto riguarda l’albergo e il ristorante tutto ottimo, come cucina emiliana si rispetti. Il corso in sé è stato molto formativo, dandomi nozioni importanti su come affrontare il lavoro dei miei sogni. Le simulazioni sono state sufficienti per farci mettere in pratica ore di corso intense e preparatorie. Spero si ripeta l’occasione e di rivederci presto. Ancora complimenti e saluti a tutta la troupe!“.

NICHOLAS FRESU: “Che dire, ho avuto la possibilità di imparare da mostri sacri della professione, Nicolodi lo ascoltavo quando ero bambino. Ho passato due giornate ad apprendere a bocca aperta da quanto ero affascinato, mi sono fatto un sacco di amici con i quali sono già in contatto, mi sono cimentato per la prima volta in una telecronaca, ho mangiato bene…In genere ho la critica facile (da buon genovese), ma con tutto l’impegno del mondo non riesco a trovare dei difetti“.

DEBORAH VILLARBOITO: “Un corso tra tanti certo, ma con una marcia in più. Relatori preparati e vicini ai corsisti, sia nei momenti formativi, sia in quelli di svago. La professionalità che incontra i giovani sognatori, regalando consigli preziosi insomma. L’organizzazione è stata ottima. Coordinare circa 50 persone di ogni età provenienti da tutta Italia non è un lavoro semplice. Tutto è filato liscio, ma con un qualcosa che ha reso l’esperienza non solo utile e interessante, ma anche ricca di calore. Enrico e Federico sono sempre stati presenti e hanno contribuito con la loro umanità e competenza a due giorni perfetti su tutti i fronti in cui sono nate connessioni e amicizie. Risolvendo in maniera impeccabile anche imprevisti e problemi. Non posso dire altro, insomma, se non invitarvi a fare questa esperienza formativa e unica per certi versi“.

ANDREA PERICCIOLI: “Il corso è stato per me un primo avvicinamento al mondo a cui spero di far parte in futuro. La parte più stimolante è stata quella degli incontri con i vari ospiti di grande esperienza, ognuno dei quali ha lasciato una traccia importante oltre che consigli molto utili per il proseguo della mia formazione. Ho apprezzato molto anche la parte pratica con la telecronaca di un evento sportivo a nostra scelta. Ricorderò sempre con piacere questa esperienza e soprattutto tutte le varie persone che vi hanno preso parte”.

ANNALAURA MATARANGELO: “Sebbene lavori da qualche anno per degli uffici stampa era la mia prima esperienza di questo tipo, quindi non so quanto possa contare il mio giudizio, ma l’ho trovato particolarmente formativo ed interessante nonostante la breve durata, soprattutto per quanto concerne l’applicazione pratica dei vari insegnamenti e la prova di telecronaca. Spero di poter presto partecipare ad un nuovo corso“.

MATTEO SFOLCINI: “L’ho trovato molto organizzato e interessante, una buona esperienza per crescere e imparare dai professionisti del mestiere. Ci hanno illustrato la loro storia, il contesto in cui lavorano e tante indicazioni per intraprendere questa carriera. Tutto il vostro staff e i relatori sono stati disponibili e pronti a rispondere a tutte le nostre esigenze. Anche a livello umano mi sono trovato bene con gli altri ragazzi, la cucina è stata ottima e anche la scelta dei luoghi mi è piaciuta“.

MARTA GRIMA: “Il corso era organizzato in maniera impeccabile, tu ed Enrico siete stati molto attenti e disponibili. Abbiamo mangiato benissimo, l’hotel convenzionato era accogliente e pulito. Le lezioni sono state estremamente interessanti, abbiamo avuto modo di confrontarci con giornalisti preparatissimi, dei veri geni nella loro professione. Eravamo 52 ragazzi tutti con una comune passione ed è stato bellissimo parlare con loro e scambiarci idee e contatti. Porterò sempre nel cuore questa esperienza, anche perché è arrivata in un momento molto particolare della mia vita: avevo mollato il giornalismo, da poco ho ripreso e il corso mi ha dato la conferma che la giornalista sportiva è il solo unico lavoro che posso fare nella vita, per questo continuerò a lottare per far sì che il mio sogno si avveri“.

ALESSIO CARIA: “Devo ammettere di essere rimasto molto soddisfatto del corso. Ho innanzitutto avuto modo di assistere a lezioni tenute da veri e propri professionisti del settore, persone cordiali e disponibili. Ho inoltre conosciuto tanti ragazzi che, come me, sognano di diventare telecronisti o, in generale, giornalisti professionisti. Al giorno d’oggi è difficile incontrare qualcuno che si prodighi nel fornire delle opportunità lavorative a dei giovani in un tale settore. Voi, al contrario, siete riusciti a regalarci una bella esperienza ed una grossa speranza. Complimenti davvero per l’accurata organizzazione e grazie infinite per l’attenzione che mi avete riservato“.

SILVIA PANTI (mamma di un corsista): “Quando Andrea mesi fa mi parlò del vs corso ero sinceramente molto perplessa e poco incline ad accordare la sua iscrizione. Non sapevo se fosse adatto ai 17 anni di mio figlio oppure se magari il corso avesse potuto avere un taglio molto professionale, poco adatto ad un ” novellino ” come Andrea. Invece sono stata davvero felice di aver conosciuto la vostra realtà e le persone che collaborano con OA Sport. Grazie per averci accolto in maniera cordiale e sincera e per averci fatto sentire ” a casa ” in un ambiente sicuramente non mio”.

MICHELE FICETOLA: Ho trovato molto interessante in particolar modo, le lezioni affidate a Siani e Montefusco, più vicini alle mie
esigenze, ma nello stesso tempo mi sono tornati utili i consigli da parte degli altri relatori e anche i vostri internamente al corso. Ringrazio in particolare Federico Militello ed Enrico Spada, molto professionali e cordiali. Peccato che il corso è durato pochi giorni, mi sembrava di stare a casa e a malincuore (non mi capita spesso) ho ripreso il treno per tornare a casa, ma volentieri sarei rimasto con voi e gli altri corsisti altri giorni. Ricevere questa e-mail per me è un motivo di orgoglio, visto che questo lavoro lo faccio con passione e umiltà da qualche anno, sperimentando periodicamente nuove tecniche e prove che mi portino sempre ad un continuo
miglioramento umano e professionale. Vi esorto a proporre altri workshop e giornate del genere, rivolti ad aspiranti giornalisti e non solo, magari catapultandoli direttamente nelle redazioni per far respirare l’ambiente giornalistico in tutti i suoi aspetti”.

LORENZO BRACCINI: “Personalmente ho trovato il corso molto interessante ed istruttivo, ho un po’ di esperienza in ambito di radiocronache sportive e quello che è stato detto, specie nella prima mattinata, l’ho trovato molto utile. Considero inoltre importante il focus che avete dedicato alla dizione, e vi suggerirei di approfondirlo anche di più nei prossimi corsi. Complessivamente penso sia un corso di arricchimento per chi vuole intraprendere questa professione; come detto, si può fare un focus maggiore su dizione, visto che è fondamentale avere una parlata pulita quando si racconta un evento sportivo e forse anche l’intervento di Cristina Chiuso
può avere uno spazio maggiore: alla fine le interviste sono molto complesse da realizzare al termine, o durante un evento. Questo è quello che ho pensato potrebbe essere migliorato, ma ci tengo a sottolineare che sono stato positivamente sorpreso da come si è svolto tutto il corso e la possibilità finale di fare la telecronaca è il vantaggio su altri workshop di questo tipo. Parlando 5 minuti con il microfono in mano capisci molte più cose che con mezz’ora di spiegazione”.

FRANCESCO GHERI: “Giudico molto positiva la mia esperienza nel corso per telecronisti sportivi di OA Sport. Molteplici sono le ragioni che mi hanno fatto apprezzare questi due giorni. Innanzi tutto credo che non possa avere paragone il confronto ed il dialogo con veri e propri professionisti del settore, quali erano gli ospiti invitati a tenere le lezioni. Nel corso di queste, dopo una prima parte di monologo, si passava a una lunga fase di domande e risposte, estremamente piacevole, dove noi corsisti abbiamo avuto assoluta libertà nel soddisfare ogni nostra curiosità. Tutti gli ospiti, dal primo all’ultimo, si sono dimostrati persone squisite, rispondendo sempre ad ogni domanda, senza mai mostrarsi saccenti, ma anzi disponibili al confronto e alla conversazione. La stessa cosa è emersa durante le esperienze di laboratorio, dove l’impegno è stato massimo anche da parte dei professionisti, regalando così un’esperienza molto formativa. Ulteriore nota positiva è la grande varietà di temi trattati: non solo per quanto riguarda i numerosi aspetti del lavoro di telecronista/giornalista, ma anche per la discussione ed il dialogo su diversi sport, esplorando così situazioni sempre nuove di lezione in lezione. E’ importante sottolineare anche il bellissimo clima creatosi tra noi corsisti: ragazzi e ragazze che venivano da tutt’Italia, legati dalla stessa passione per lo sport, che hanno avuto occasione di scambiare idee ed opinioni. Davvero un ambiente accogliente e particolare! E’ stata un’esperienza di cui sono rimasto estremamente soddisfatto e che sono felice di aver affrontato. Non posso che consigliare il corso a chiunque abbia interesse ad affacciarsi a questo mondo, per averne un’immagine più chiara e capire se è qualcosa che fa per lui o meno”.

GIOVANNI POGGI: “Un corso che mi ha arricchito tantissimo sia a livello lavorativo, grazie alle preziose lezioni tenute da docenti e giornalisti, sia a livello personale, avendo conosciuto un sacco di ragazzi, provenienti da ogni parte d’Italia, tutti con la mia stessa passione. Oltre ad avere avuto la possibilità di confrontarmi in prima persona con docenti e professionisti del mestiere, dagli incontri avuti in questi due giorni, tutti appassionanti e coinvolgenti, ho tratto consigli e suggerimenti utili per migliorare il mio stile. Stimolante e divertente anche la parte di corso legata al “Laboratorio”, che ha previsto una simulazione pratica di una telecronaca calcistica. Vi ringrazio, e ricorderò con grande piacere questa esperienza”

GIACOMO GIAMPIERI: “Ho trovato il corso estremamente curato ed organizzato in ogni suo singolo dettaglio. Logistica, tempistiche e soprattutto l’accuratezza dei temi trattati sono stati sinonimo di grande professionalità. Oltre all’affacciarsi verso l’universo della telecronaca sportiva, ci è stata fornita la possibilità di apprendere, crescere e carpire segreti da professionisti del settore, ma anche di confrontarsi e tessere una rete di relazioni lavorative e sociali tutta nuova da coltivare in futuro e fondamentale per chi vuole avviarsi a tale mestiere. Esperienza assolutamente consigliata e da ripetere al più presto. Grazie OA Sport, grazie ai relatori e grazie anche ai corsisti che conosciuto con i quali condividiamo lo stesso sogno“.

LUCA MONTANARI: “Un’esperienza che, per quanto si pensi possa lasciare a livello formativo “soltanto” le cosiddette basi, in realtà mostra un aspetto unico e impossibile da ritrovare in qualsiasi altro corso. Anzitutto la cordialità e la disponibilità dei docenti, capaci di rendere le lezioni interessanti e mai banali, ma soprattutto il lato umano degli stessi. In questi pochi giorni sono riuscito a comprendere quanto sia difficile praticare la professione del giornalista o telecronista, ma allo stesso tempo mi ha fatto accendere ancora di più la passione insita in me. I laboratori ne sono la dimostrazione pratica“.

MARTINA POZZOLI: “Ritengo che il corso sia stato un’esperienza formativa utile per capire cosa significhi intraprendere questa professione. Le lezioni sono state molto interessanti, per nulla pesanti“.

NICOLO’ LIBRALESSO: “Per me è stato un sogno che si avvera. Stare a contatto per la prima volta con questa realtà e capire meglio i meccanismi di questa professione con dei maestri del giornalismo e telecronismo è stato veramente fantastico. Siani e Nicolodi meravigliosi. Spero vivamente di poter continuare con il mio sogno perché, anche se sono ancora piccolo, si pensa già al futuro. A volte l’emozione mi ha giocato degli scherzi, ma imparerò col tempo. Volevo ringraziare tutta OA Sport e in particolare Federico, per la meravigliosa opportunità!“.

GABRIELE MARAVIGLIA: “È stato bello vedere tante persone “malate e pazze” di sport come me. È stato un corso molto interessante, ben organizzato e con docenti molto preparati, che hanno saputo coinvolgere noi oditori. Sono venuto a conoscenza dell’importanza di tutte le figure che lavorano durante gli eventi sportivi; quindi non solo il telecronista ma anche la voce di un esperto tecnico, gli inviati e i giornalisti e cronisti.
Mi piace molto il lavoro che svolge la redazione di OA Sport, cioè dare voce a tanti sport e non solo al calcio. Ritengo giusto cercare di far cambiare la mentalità sportiva e la visione dello sport in Italia e per questo Vi faccio un piccolo appunto: secondo me è stato dedicato tanto tempo (soprattutto il primo giorno) al tema del calcio, rispetto agli altri sport“.

FRANCESCO PERNA: “Il bilancio del corso per “Telecronisti Sportivi di OA SPORT” svoltosi il 30-31 gennaio 2019 è stato molto positivo. Un’esperienza formativa, per chi come me ha il desiderio di intraprendere questo percorso. Docenti di assoluto livello che mi hanno fatto scoprire aneddoti e nozioni molto utili. L’organizzazione eccelsa, mi ha permesso di concentrarmi unicamente sulle lezioni. Formativo, utile e ben organizzato. Tutto quello che serve per organizzare un corso molto completo“.

FABIO PARADISI: “Sono stati due giorni estremamente intensi, nel quale ho avuto l’onore e il piacere di entrare in contatto con professionisti di riconosciuta caratura. Come ho scritto privatamente a Pietro Nicolodi, sono tornato a casa carico di motivazione. Soprattutto perché ho constatato che ci sono tante altre persone come me, innamorate dello sport in genere e non della singola disciplina. E questa passione, come nel caso dei professionisti presenti, può portare a grandi soddisfazioni. Riparto da qui, continuando a scrivere di basket NBA per il sito con cui collaboro, ma con la convinzione che possa essere un punto di partenza“.

JACOPO STEFFENONI GRANDI: “È stata un’esperienza fantastica. Ho avuto il piacere di confrontarmi con dei professionisti che mi hanno insegnato tante cose che mi resteranno per tutta la vita; da parte di Enrico e Federico c’è stata grande disponibilità, professionalità e interesse verso ogni singolo partecipante. Sicuramente una bellissima esperienza che consiglierei a chiunque“.

NICOLA SAGLIA: “Innanzitutto voglio ringraziare Federico ed Enrico per le due bellissime e fruttuose giornate passate insieme. Il corso è stato molto interessante, con relatori assolutamente competenti e disponibili, e che hanno saputo trasmettere le proprie capacità e le proprie conoscenze anche a chi (come me) è al momento a digiuno di esperienza sul campo. In particolare, ho apprezzato molto la partecipazione di Pietro Nicolodi e Max Ambesi, per la loro capacità di spaziare da uno sport all’altro con massima cognizione di causa, ma anche con grande modestia e voglia di aiutare noi corsisti. Ancora grazie per l’opportunità che ci avete permesso di vivere“.

ROBERTO BERTONCINI: “È stata una bella esperienza, sinceramente anche oltre le mie aspettative. Federico Militello ed Enrico
Spada si sono dimostrati sempre molto disponibili ed attenti alle esigenze di tutti i partecipanti, riuscendo a gestire al meglio la due-giorni di
corsi nonostante fossimo molto numerosi. Per quanto riguarda le lezioni poi, niente da aggiungere: i docenti si sono rivelati, oltre che
naturalmente degli ottimi professionisti, sempre molto disponibili e coinvolgenti durante le loro spiegazioni, con un occhio di riguardo per
ogni nostra domanda. La cosa che mi è piaciuta di più, però, è stato lo spirito di condivisione e complicità con tutti i partecipanti: una bella
atmosfera che hanno reso i due giorni del corso ancora più unici“.

ALICE BONORA: “Ritengo sia stata una bellissima ed interessante esperienza formativa; conoscere molti ragazzi che hanno la tua stessa passione, ovvero per lo sport, ti fa sentire molto a tuo agio e consente di relazionarsi e fare nuove amicizie.
Dal punto di vista formativo, ritengo che le lezioni siano state particolarmente interessanti e utili per immettersi nel mondo del giornalismo, grazie ai tanti consigli e aiuti dati nel campo. Nel ringraziarvi per la vostra disponibilità e per il vostro lavoro effettuato al fine di organizzare questo Corso, vi faccio i miei più sinceri saluti“.

SERGIO CUCCIA: “Il corso oltre i tanti insegnamenti mi ha dato tante idee, spunti e motivazioni. Ho trovato gli oratori interessanti perché oltre che preparati complementari. Forse l’unica che mi ha divertito ma che non mi ha esaltato é stata Chiara Sani ma probabilmente dipende da me, non c’è nessuna “critica” su questa opinione. Per il resto sono molto soddisfatto e felice di aver partecipato, ho stretto bei legami con gli altri partecipanti e spero di cuore di rivederli. Grazie Federico per la vostra disponibilità e complimenti per il corso non ho sentito critiche negative e questo la dice lunga sulla riuscita“.

ANTONIO PIREDDA: “Il corso è stato per me non solo un’esperienza dal punto di vista tecnico, ma anche umano.
Le lezioni sono andate oltre ogni aspettativa, è stato interessante sia assistere agli insegnamenti, sia scambiare opinioni al di fuori del corso.
Consiglio questa esperienza a chiunque ami lo sport, e soprattutto raccontarlo“.

MICHELE BRUGNARA: “Innanzitutto comincio col ringraziare tutti, organizzatori, professionsiti e compagni d’avventura in quello che nel mio caso è stato un vero trampolino di lancio; da ognuno dei presenti sono riuscito a carpire qualcosa che mi sarà sicuramente utile in futuro. Io sono nel settore da poco ma la passione c’è davvero da sempre e più sto in ambienti come questi più capisco che il mio posto è questo. Per il mio interesse personale e professionale è stato da pelle d’oca incontrare di persona monumenti del settore che ascolto da oltre un decennio come Ambesi, Bonzi e Nicolodi, scambiare per la prima volta due parole sui vari sport con l’obiettivo ben preciso che questo sia solo l’inizio. Sono riuscito a comprendere ancora meglio quanto sia lunga, difficile e allo stesso tempo fantastica la strada per raccontare lo sport in maniera corretta e diffondere cultura sportiva, che è sempre stato qualcosa che ho portato avanti anche nel mio privato. Guardo avanti al prossimo, ringraziando Federico Militello ed Enrico Spada per aver organizzato questi due giorni indelebili!

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: OA Sport

Loading...

Lascia un commento

scroll to top