Ginnastica, American Cup 2019: tutte le partecipanti. Spiccano Black, Murakami e McCallum per la grande classica


Sono stati ufficializzati i nomi dei partecipanti alla American Cup 2019, grande classica del calendario internazionale di ginnastica artistica e valida come prima prova della Coppa del Mondo all-around. L’evento, in programma sabato 2 marzo a Greensboro (North Carolina, USA), prevede la partecipazione di nove atlete in rappresentanza di otto Paesi (il diritto di presenza appartiene alle migliori otto Nazioni degli ultimi Mondiali ma Russia e Brasile non invieranno le proprie atlete, sono state rimpiazzate da Olanda e Corea del Sud).

Gli USA si affideranno a Grace McCallum (già in squadra durante la recente rassegna iridata) e alla debuttante Leanne Wong (campionessa nazionale juniores 2018), spiccano la canadese Ellie Black (argento all-around ai Mondiali 2017 e terza in questa competizione nell’edizione di tre anni fa) e la giapponese Mai Murakami (argento iridato sul giro completo e seconda l’anno scorso alla American Cup). A completare il parterre la veterana tedesca Kim Bui, la francese Celia Serber, la cinese Lu Yufei e l’olandese Sanne Veerman. Il parterre è decisamente meno appetibile rispetto al recente passato, nello stesso weekend si svolgerà anche il Trofeo Internazionale di Jesolo. Al maschile show garantito con la vite umana Kenzo Shirai, due big statunitensi come Moldauer e Mikulak, il quotato britannico Hall.

 

FEMMINILE:

Grace McCallum (USA)

Leanne Wong (USA)

Ellie Black (Canada)

Mai Murakami (Giappone)

Lu Yufei (Cina)

Celia Serber (Francia)

Kim Bui (Germania)

Sanne Veerman (Paesi Bassi)

Una ginnasta sudcoreana da definire

 

MASCHILE:

Sam Mikulak (USA)

Yul Moldauer (USA)

Kenzo Shirai (Giappone)

James Hall (Gran Bretagna)

Ma Yue (Cina)

Marcel Nguyen (Germania)

Bart Deurloo (Paesi Bassi)

Christian Baumann (Svizzera)

Petro Pakhniuk (Ucraina)

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top