Dakar 2019, risultati quarta tappa camion e quad: Andrey Karginov concede il bis, Nico Cavigliasso ancora a segno

Mini's driver Nani Roma and co-driver Alexandre Haro Bravo of Spain (L) and Toyota's driver Giniel De Villiers of South Africa and his co-driver Dirk Von Zitzewitz of Germany compete during Stage 3 of the Dakar 2019 between San Juan de Marcona and Arequipa, Peru, on January 9, 2019. - Mini's French driver Stephane Peterhansel and co-driver David Castera won the stage. (Photo by FRANCK FIFE / AFP)


Durissima e lottatissima questa quarta tappa della Dakar 2019, la prima “Marathon“. Nella categoria riservata ai camion, lungo i 511 km dell’Arequipa-Tacna, si è assistito ad un confronto appassionante tra l’equipaggio russo del Kamaz-Master guidato da Andrey Karginov e quello del Big Shock Racing con al volante il ceco Martin Macik.

Ebbene, in un duello fino all’ultimo respiro, è stato Karginov a prevalere con 1’29” di vantaggio sul rivale, concedendo il bis dopo il successo nella stage di ieri. Un risultato significativo perché l’attuale leader della graduatoria, il russo Eduard Nikolaev, è giunto al traguardo con 13’24” di ritardo dalla vetta. Nikolaev ha conservato comunque un vantaggio di 4’58” sul connazionale nell’overall ma appare evidente che la partita è decisamente aperta. A completare il podio di questa quarta giornata di gare vi è stato Ayrat Mardeev che con l’altro Kamaz russo ha accusato 12’47”.

Nei quad è sempre un “tango argentino”. Nicolas Cavigliasso, secondo l’anno passato, impone la sue legge e conquista il terzo successo parziale in questa gara. Il sudamericano ha preceduto di 4’11” il connazionale, altro grande favorito della vigilia, Jeremias Gonzalez Ferioli e il francese Alexandre Girud (+7’35”). Argentina a dominare visto che nella top-6 abbiamo anche Manuel Andujar a 14’05”, Gustavo Gallego a 16’59” e Santiago Hansen a 22’53”. Con questi risultati, Cavigliasso rafforza la propria leadership con 34’03” di margine su Ferioli e 47’19” su Gallego.

Nella categoria SXS il protagonista è il russo Sergei Kariakin che vince questa stage davanti al cileno Rodrigo Javier Moreno Piazzoli (+14’26”) ed allo spagnolo Gerard Farres Guell (+16’08”). Kariakin svetta nella generale con 11’26” di vantaggio sull’iberico Guell e con 30’00” nei confronti di Piazzoli.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Lascia un commento

scroll to top