Biathlon femminile, Coppa del Mondo 2019 Oberhof. Wierer-Vittozzi-Fialkova-Makarainen: riparte la battaglia sulla neve tedesca

Italy's Dorothea Wierer competes during the IBU Biathlon World Cup Women's 15km Individual competition in Pokljuka, on December 6, 2018. (Photo by Jure Makovec / AFP)


Prima Oberhof e poi Ruhpolding: sarà la neve tedesca, prima in Turingia e poi in Baviera, a fare da arbitro alla sfida che vale la Coppa del Mondo tra le azzurre Dorothea Wierer, prima, e Lisa Vittozzi, terza, la slovacca Paulina Fialkova e la finlandese Kaisa Makarainen, con il possibile inserimento di qualche outsider, finora rimasta un po’ nascosta.

Tra queste ultime non potrà esserci, ancora una volta, la grande favorita della vigilia della stagione per la Coppa del Mondo: la tedesca Laura Dahlmeier, che ha deciso di non prendere parte alla tappa di Oberhof, preferendo dedicarsi ancora per una settimana all’allenamento. Data ormai per persa la Coppa del Mondo, Dahlmeier cercherà di dedicarsi alla preparazione del Mondiale in Svezia e, dopo la fugace apparizione di Hochfilzen prima della sosta, preferisce evitare il bagno di folla e le frequenti avversità climatiche di Oberhof per rientrare la prossima settimana a Ruhpolding.

L’impressione è che la Coppa del Mondo possa trasformarsi in una corsa a quattro è forte, anche se qualcuna da dietro (Kuzmina e Preuss le maggiori indiziate) potrebbe risalire la china e affacciarsi nelle zone che contano della graduatoria.

Dorothea Wierer sta vivendo la sua migliore stagione e da queste parti, in passato, qualche risultato interessante lo ha ottenuto. Oberhof non è la pista che ama di più ma il pettorale giallo e il profumo di Coppa che sta assaporando da un po’ potrebbero dare all’azzurra quella marcia in più che le permetterebbe di superare anche le difficoltà dovute ad un percorso duro e a condizioni meteo spesso estreme, fra nebbia, neve e vento che caratterizzano la cittadina della Turingia.

Dopo un avvio di grande spessore sembra essere un po’ in calo Kaisa Makarainen che, proprio sulla neve di Oberhof, ha bisogno di una scossa che le permetta di vincere e riportarsi a ridosso delle prime della classe. Tra queste la sorpresa (fino ad un certo punto) è la slovacca Fialkova che ha trovato una grande continuità al poligono in questa stagione e sta andando forte sugli sci, così come l’azzurra Lisa Vittozzi, che però non è continua al tiro e finora è stata anche un po’ sfortunata. Vittozzi, dovesse trovare la gara giusta al poligono, potrebbe anche giocarsela per la vittoria perché è apparsa in grande crescita di condizioni prima di Natale.

Il programma prevede la sprint giovedì, l’inseguimento sabato, la staffetta 4×6 km domenica a chiudere una tre giorni che potrebbe rivelarsi molto importante in chiave conquista della Coppa del Mondo.

Foto Lapresse

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top