Pentathlon, Olimpiadi Giovanili Buenos Aires 2018: Alice Rinaudo crolla nel laser run, addio sogni di gloria


Si scioglie sul più bello il sogno a cinque cerchi di Alice Rinaudo: il laser run della prova femminile del pentathlon moderno delle Olimpiadi GIovanili di Buenos Aires certifica il crollo dell’azzurrina che, partita con 14″ di margine sulla più immediata delle inseguitrici, deve accontentarsi della quinta posizione.

Dopo il ranking round di ieri l’azzurrina era in testa ed aveva difeso la sua posizione anche dopo la prova di nuoto odierna ed il seguente bonus round di scherma. Alla vigilia dell’ultima prova tutto sorrideva alla nostra pentatleta, ed invece forse anche un po’ d’emozione l’ha tradita.

Grandissima prova finale dell’egiziana Salma Abdelmaksoud che, partita seconda 14″ dopo Rinaudo, ha vinto per distacco, chiudendo a quota 1067 e giungendo sul traguardo con 19″ sulla transalpina Emma Riff (1048), autrice di una rimonta da applausi, al termine della quale si è messa dietro anche la magiara Michelle Gulyas, di bronzo a 24″ (1043).

Sul traguardo scavalca l’azzurrina anche la cinese Gu Yewen, quarta a 31″ (1036), precedendo proprio Alice Rinaudo, alla fine quinta a 32″ (1035). Completano la top ten l’iberica Laura Heredia, sesta a 45″, la sudafricana Alida Frances van der Merwe, settima a 53″, la britannica Annabel Denton, ottava a 1’05”, l’elvetica Anna Jurt, nona  a 1’13”, e l’argentina Martina Armanazqui, decima a 1’22.





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FIPM

roberto.santangelo@oasport.it

Lascia un commento

scroll to top