Esame Maturità 2018: le tracce della prima prova di italiano. Tema su Costituzione, solitudine e clonazione. Analisi del Giardino dei Finzi-Contini


Sono iniziati gli Esami di Maturità per 500mila studenti, oggi alle prese con la tradizionale prima prova: il tema di italiano. Alle 08.30 gli alunni hanno iniziato a leggere le tracce proposte dal Miur e hanno incominciato a svolgerle: sei ore di tempo previste, le tracce sono identiche in tutte le scuole superiori presenti sul territorio nazionale.

Il tema di attualità, cioè quello di ordine generale, chiede di analizzare il principio dell’eguaglianza formale e sostanziale nella Costituzione. Ai candidati è stato proposto il testo relativo all’articolo 3 della Carta. Era una delle tracce ritenute più probabili visto che ricorrono i 70 anni della Costituzione.

Il tema di carattere storico richiede di parlare della nascita dell’Europa e dello spirito della cooperazione internazionale, puntando sul ruolo cruciale ricoperto da Alcide De Gasperi e Aldo Moro.

Poi i quattro saggi brevi (o articoli di giornale): quello di ambito storico-politico propone una riflessione sul nesso tra massa e propaganda; quello in ambito artistico-letterario esplora i diversi volti della solitudine nell’arte e nella letteratura (proposti brani di Petrarca, Pirandello, Quasimodo, Alda Merini); per l’ambito tecnico-scientifico bisogna affrontare un dibattito bioetico sulla clonazione; ambito socio-economico con creatività e dote d’immagine come risultato di talento e casa.

L’analisi di testo è invece su un brano del romanzo “Il giardino dei Finzi-Contini” di Giorgio Bassani. Il protagonista è un ebreo che racconta a un amico del momento in cui gli era stato chiesto di abbandonare la biblioteca. Si parla degli orrori della persecuzione fascista e razzista, il tema principale è naturalmente l’antisemitismo.

 





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top