Basket, Finale Scudetto 2018: Milano CAMPIONE D’ITALIA. Trento si arrende in gara-6, Olimpia al 28° tricolore

L’Olimpia Milano è Campione d’Italia. Ventottesimo Scudetto per la compagine milanese che vince gara-6 in casa della Dolomiti Energia Trento per 96-71 e chiude la serie per 4-2. Una partita dominata dall’Emporio Armani, che ha trovato una serata straordinaria al tiro da tre punti (18/35), riuscendo a sbancare per la prima volta in questa finale il PalaTrento.

Una finale che probabilmente si era decisa sulla stoppata all’ultimo secondo in gara-5 di Andrew Goudelock, che è stato votato MVP della serie Scudetto. L’americano è stato il grande protagonista anche questa sera con 21 punti con cinque triple su nove tentativi. Fondamentali per Milano anche i 15 punti di Mindaugas Kuzminskas e Dairis Bertans e i 14 punti (anche nove rimbalzi) di Arturas Gudaitis. A Trento non bastano i 15 punti di Dominique Sutton, i 14 di Shavon Shields, entrambi comunque condizionati troppo dai falli. Grande prova anche di Toto Forray, ultimissimo a mollare, che chiude con 14 punti la sua gara-6

Ottimo inizio di Milano, che trova subito ritmo da tre punti con le conclusioni di Goudelock e Kuzminskas, arrivando sul 10-2. Trento, però, non si scompone e reagisce prima con un canestro di Forray e poi con il solito Shields, che conduce il parziale di 13-2 che porta avanti i padroni di casa (15-12). L’Olimpia, però, tira benissimo da tre punti (5/9 nel primo quarto): bombe di Micov, Kuzminskas e Jerrells, con Milano avanti alla prima sirena (20-25).

Il secondo quarto si apre con l’ennesima tripla milanese (Bertans). Pianigiani si gioca la carta Abass e l’azzurro risponde con una grande presenza difensiva. Milano alza l’intensità sotto il suo canestro e soprattutto trova grande fluidità in attacco. Gudaitis schiaccia due volte in solitaria e poi arriva anche la tripla di Goudelock che fa volare l’Olimpia sul +19 (42-23). Shields prova a riavvicinare Trento, ma i liberi di Bertans allo scadere mandano gli ospiti negli spogliatoi avanti di quindici punti (33-48).

Al rientro dall’intervallo Forray prova subito a tenere incollata Trento all’Olimpia. Kuzminskas segna ancora da tre punti e Shields commette il suo quarto fallo. L’Olimpia trova in Tarczewski canestri molto pesanti e scappa nuovamente sul +14 (43-57). Trento, però, non molla assolutamente e Gutierrez avvicina la Dolomiti sul -7 (50-57), ma nel finale Milano ritrova la doppia cifra di vantaggio (50-60) con cui si entra nell’ultimo quarto.

Subito tripla di Goudelock, poi Forray trova il gioco da tre punti, ma ancora Kuzminskas segna dall’arco. Trento prova in tutti i modi a rimanere attaccata, ma Milano risponde colpo su colpo. Bertans e Micov segnano le triple del +20 e nel finale Goudelock chiude tutti i conti con altre bombe. La Dolomiti alza bandiera bianca e può partire la festa dell’Olimpia.

Il tabellino della partita

Dolomiti Energia Trento – EA7 Emporio Armani Milano 72-65 (20-25; 13-23; 23-18; 15-30)

Trento: Franke 2, Sutton 15, Silins 2, Forray 4, Lovisotto, Gutierrez 8, Gomes 7, Hogue 9, Lechtaler, Shields 14, Musumeci

Milano: Goudelock 21, Micov 10, Bortolani, Pascolo, Tarczewski 6, Kuzminskas 15, Cinciarini 2, Cusin, Abass, Bertans 15, Jerrells 12, Gudaitis 14

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

andrea.ziglio@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

VIDEO Portogallo-Spagna 3-3, gli highlights. Tripletta di Cristiano Ronaldo ai Mondiali, pareggio pirotecnico

Golf, US Open 2018: Dustin Johnson in fuga solitaria. Francesco Molinari supera il taglio ma quante vittime!