Sci alpinismo, Campionati Europei 2018: Robert Antonioli campione dell’individuale, doppietta per Axelle Mollaret

La località siciliana di Nicolosi, sulle pendici dell’Etna, ha ospitato questa settimana i Campionati Europei di sci alpinismo 2018, caratterizzati anche da qualche difficoltà legata al meteo.

SPRINT – La prima giornata di competizioni è stata subito funestata dalle condizioni meteorologiche, che hanno permesso il solo svolgimento delle gare delle categorie Junior e Cadetti. L’Italia ha conquistato un oro con Samantha Bertolina ed un bronzo con Fabien Guichardaz, mentre non è stato possibile organizzare le competizioni Senior ed Espoir: un vero peccato, anche perché Nicolò Canclini aveva fatto segnare il miglior tempo delle qualificazioni maschili nella massima categoria.

Cadetti maschile:
1. Léo Besson (SUI)
2. Rémy Garcin (FRA)
3. Maxime Trombert (SUI)

Cadetti femminile:
1. Samantha Bertolina (ITA)
2. Caroline Ulrich (SUI)
3. Madeleine Paillard (FRA)

Junior maschile:
1. Arno Lietha (SUI)
2. Patrick Perreten (SUI)
3. Fabien Guichardaz (ITA)

Junior femminile:
1. Justine Tonso (FRA)
2. Ekaterina Osichkina (RUS)
3. Marie Pollet Villard (FRA)

INDIVIDUAL RACE – Trionfo azzurro nella gara individuale, dove Robert Antonioli si è laureato campione continentale davanti a Michele Boscacci ed al forte spagnolo Kilian Jornet Burgada. Al femminile, invece, sono state le francesi a dominare con Axelle Mollaret, medaglia d’oro, e Laëtitia Roux, argento, mentre il bronzo è andato alla svedese Emelie Forsberg. L’Italia ha brillato anche tra i giovani, con gli ori di Andrea Prandi, Davide Magnini ed Alba De Silvestro nelle rispettive categorie, mentre Samantha Bertolina è nuovamente salita sul podio con un argento.

Cadetti maschile:
1. Léo Besson (SUI)
2. Tobias Donnet (SUI)
3. Maxime Trombert (SUI)

Cadetti femminile:
1. Caroline Ulrich (SUI)
2. Samantha Bertolina (ITA)
3. Madeleine Paillard (FRA)

Junior maschile:
1. Andrea Prandi (ITA)
2. Julien Ançay (SUI)
3. Arthur Blanc (FRA)

Junior femminile:
1. Ekaterina Osichkina (RUS)
2. Justine Tonso (FRA)
3. Giulia Murada (ITA)

Espoir maschile:
1. Davide Magnini (ITA)
2. Antonio Alcalde Sanchez (ESP)
3. Thibault Anselmet (FRA)

Espoir femminile:
1. Alba De Silvestro (ITA)
2. Marianne Fatton (SUI)
3. Adèle Milloz (FRA)

Senior maschile:
1. Robert Antonioli (ITA)
2. Michele Boscacci (ITA)
3. Kilian Jornet Burgada (ESP)

Senior femminile:
1. Axelle Mollaret (FRA)
2. Laetitia Roux (FRA)
3. Emelie Forsberg (SWE)

VERTICAL RACE – In programma venerdì, la vertical race è stata rimandata a sua volta a domenica a causa del maltempo. Axelle Mollaret ha conquistato il suo secondo titolo, battendo la svizzera Victoria Kreuzer e la giovane azzurra Alba De Silvestro, che ha così vinto il titolo Espoir. Lo spagnolo Kilian Jornet Burgada si è invece imposto al maschile davanti a Davide Magnini ed all’altro iberico Antonio Alcalde, con Magnini che ha a sua volta vinto la gara Espoir. Successi azzurri anche tra i più giovani, con Matteo Sostizzo e Samantha Bertolina, senza dimenticare gli argenti di Giulia Murada e Sebastien Guichardaz, ed i bronzi di Andrea Pronti ed Anna Folini.

Cadetti maschile:
1. Matteo Sostizzo (ITA)
2. Gheorghe-Petrut Jinga (ROU)
3. Léo Besson (SUI)

Cadetti femminile
1. Samantha Bertolina (ITA)
2. Caroline Ulrich (SUI)
3. Anna Folini (ITA)

Junior maschile:
1. Pau Coll Turra (ESP)
2. Sebastien Guichardaz (ITA)
3. Andrea Pronti (ITA)

Junior femminile:
1. Ekaterina Osichkina (RUS)
2. Giulia Murada (ITA)
3. Mallaurie Mattana (SUI)

Espoir maschile:
1. Davide Magnini (ITA)
2. Antonio Alcalde (ESP)
3. Rémi Bonnet (SUI)

Espoir femminile:
1. Alba De Silvestro (ITA)
2. Alexandra Hauser (AUT)
3. Marianne Fatton (SUI)

Senior maschile:
1. Kilian Jornet Burgada (ESP)
2. Davide Magnini (ITA)
3. Antonio Alcalde (ESP)

Senior femminile:
1. Axelle Mollaret (FRA)
2. Victoria Kreuzer (SUI)
3. Alba De Silvestro (ITA)

giulio.chinappi@oasport.it





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: ISMF

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis, WTA Budapest 2018: Alison Van Uytvanck batte in tre set Dominika Cibulkova e si prende il titolo

F1, Test Barcellona 2018: le previsioni meteo. Minaccia pioggia, sviluppo delle vetture a rischio!