NBA 2018: Orlando sorprende Boston! Perdono anche i San Antonio Spurs


Quattro gli incontri disputati nella notte NBA. Il risultato più sorprendente è arrivato sicuramente dal TD Garden di Boston, dove i Celtics sono stati sorpresi per 95-103 dagli Orlando Magic. Una partita equilibrata nella prima metà ma poi risolta dagli ospiti con il 32-12 del terzo periodo, tenendo Boston a soli quattro tiri realizzati. A nulla sono valsi i tentativi di Kyrie Irving nel quarto periodo, ultimo a mollare e autore di 40 punti al rientro dopo i problemi alla spalla. Orlando, guidata dai 22 di Elfrid Payton, è riuscita a resistere ritrovando la vittoria, la terza in venti partite, dopo dieci sconfitte consecutive. Suona il campanello d’allarme a Boston: è il terzo ko di fila in casa.

Sconfitta casalinga anche per i San Antonio Spurs, battuti dagli Indiana Pacers per 94-86. Gli ospiti sono stati perfetti nel limitare LaMarcus Aldridge (10 punti, minimo stagionale), sfruttando in attacco la vena realizzativa di Victor Oladipo (19 punti) e Darren Collison (15 punti). Indiana ha accelerato nel terzo periodo, con le speranze degli Spurs, privi di Kawhi Leonard, Manu Ginobili e Rudy Gay, che si sono spente su due palle perse che a 5′ dalla fine hanno dato il via libera ai Pacers. San Antonio perde quindi il terzo posto nella Western Conference in favore dei Minnesota Timberwolves.

Allo Staples Center di Los Angeles è andata in scena la classica tra Lakers e New York Knicks. Sono stati i gialloviola a trionfare, 127-107. Un margine scavato tutto nel periodo finale, frutto di una difesa capace di tenere i Knicks a soli 18 punti segnati negli ultimi 12′ (e 17 palle perse nel match). In assenza di Lonzo Ball sono stati Jordan Clarkson (29 punti e 10 rimbalzi) e Julius Randle (27 punti e 12 rimbalzi) a prendere per mano i Lakers, alla sesta vittoria nelle ultime otto. Dodicesima sconfitta nelle ultime quattordici, invece, per New York. Finale al cardiopalmo tra Brooklyn e Detroit. Hanno vinto i Nets, grazie al canestro di Spencer Dinwiddie a 0.9″ dalla fine. Per il 24enne sono stati 22 i punti realizzati, seguiti dai 21 di Rondae Hollis-Jefferson. Per i Pistons è la quinta sconfitta consecutiva, nonostante 20 punti di Tobias Harris.

I risultati di domenica 21 gennaio

Boston Celtics – Orlando Magic 95-103
Los Angeles Lakers – New York Knicks 127-107
Detroit Pistons – Brooklyn Nets 100-101
San Antonio Spurs – Indiana Pacers 86-94

LE CLASSIFICHE

 





 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo Twitter NBA

Lascia un commento

scroll to top