Tennis, Qualificazioni Next Gen ATP Finals 2017: saranno Gianluigi Quinzi e Filippo Baldi a giocarsi la finale

profilo-twitter-Fit.jpg

Giorno di semifinali allo Sporting Milano 3 per le qualificazioni che assegneranno al vincitore una wild card per l’edizione inaugurale delle Next Gen ATP Finals di Milano (7-11 novembre)

Ebbene nella prima semifinale Gianluigi Quinzi, n.294 del mondo, si è imposto contro Liam Caruana, n.423 ATP, con il punteggio di 4-0 1-4 4-1 4-3. Una risultato importante per il mancino marchigiano che ha fatto valere la sua solidità, specie con il fondamentale del servizio, nei confronti di un Caruana insidioso, abituato a calcare le superfici rapide negli Stati Uniti. Nel primo parziale il n.423 ATP cede subito il proprio turno in battuta al cospetto di un Quinzi estremamente incisivo che in 13′ senza concedere neanche le briciole al rivale fa suo il parziale sul 4-0. Nel secondo set il romano ormai trapiantato negli States non ci sta ed alza il livello del proprio gioco strappando stavolta il servizio al rivale, riuscendo a minimizzare i troppi errori del parziale precedente, chiudendo 4-1. Si va al terzo set e due errori di dritto di Caruana favoriscono Quinzi che vola sul 2-0, confermato poi dal tennista di Porto San Giorgio, efficace al servizio. Avanti 3-0, il marchigiano ha sulla racchetta due chance per chiudere la frazione ma in questo caso è bravo l’avversario ad annullare i break point. Una situazione gestita altrettanto bene da Quinzi, abile a salvare una palla del controbreak e chiudere con lo schema servizio-dritto il parziale nel “killer point”. Nel terzo set regna l’equilibrio ed entrambi elevano le proprie percentuali di efficacia in battuta. Si va al tie-break ed è l’allievo di Fabio Gorietti a fare la differenza (7-3).

Nella seconda semifinale è Filippo Baldi, n.459 ATP, a superare Andrea Pellegrini, n.385 ATP, con il punteggio di 4-3 4-3 4-2. Una prova importante quella di Baldi che dopo aver eliminato il favorito della vigilia Matteo Berrettini, n.122 ATP, si è ripetuto anche oggi. Il 21enne lombardo parte subito fortissimo strappando la battuta al pugliese nel secondo game ma è costretto a cedere il servizio, per un errore banale di dritto. Pellegrino pareggia il conto nel “killer point” e poi conquista un altro break sfruttando un doppio fallo di Baldi. Un vantaggio però non capitalizzato dal tennista di Bisceglie, costretto a subire il controbreak. Si va al tie-break e Baldi domina la scena (7-2). Nel secondo parziale regna l’equilibro e si replica arrivando ancora una volta sullo score di 3-3. Come accaduto nel set precedentei, il tennista di casa  si dimostra più lucido facendo suo il parziale (7-4). Nella terza frazione il pugliese va avanti di un break, favorito dal terzo doppio fallo in partita di Baldi sul “killer point”. Tuttavia, nuovamente, l’allievo di Gabrio Castrichella non sfrutta questa situazione di vantaggio subendo il controbreak. Un episodio che dà maggior convinzione al lombardo che dal 2-2 cambia marcia chiudendo sul 4-2.

RISULTATI SEMIFINALI
[2] Quinzi b. [4] Caruana 4-0 1-4 4-1 4-3(3)
Baldi b. [3] Pellegrino 4-3(2) 4-3(4) 4-2

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL TENNIS 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo twitter ATP

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top