Tennis, Next Gen ATP Finals Milano 2017: Quinzi lotta ma perde la battaglia contro Chung

Gianluigi-Quinzi-Tennis-Twitter-FIT-1.jpg

Era la grande rivincita della finale di Wimbledon Juniores 2013, ma questa volta l’esito è stato diverso. Nella terza giornata delle Next Gen ATP Finals 2017 il coreano Hyeon Chung ha sconfitto in cinque set Gianluigi Quinzi con il punteggio di 1-4 4-1 4-2 3-4 4-3 dopo due ore e dieci minuti di gioco. Si tratta di un piccolo record per la manifestazione, perchè questo è il match più lungo finora giocato nel torneo di Milano.

Chung vince in questo modo il girone A a punteggio pieno con tre vittorie in altrettante partite, mentre Quinzi non riesce a centrare il suo primo successo nella manifestazione, ma esce comunque dal campo tra gli applausi del pubblico italiano per un’altra ottima prestazione contro un giocatore dalla classifica nettamente superiore (54 contro 306).

Gianluigi inizia subito bene portandosi subito avanti di un break sul 3-0 e poi chiudendo il primo set per 4-1. La replica di Chung non si fa attendere e il coreano domina il secondo parziale, vincendo anche lui per 4-1. Nel terzo è decisivo il break ottenuto dal numero 54 del mondo nel terzo game e vince il set per 4-2.

Molto spettacolare il quarto set con Chung che riesce a strappare il servizio nel quinto game. Sembra finita, ma Quinzi ha una reazione d’orgoglio e conquista il break nel “killer point” del sesto gioco. Si va al tiebreak che viene vinto al termine di una bellissima battaglia dall’azzurro per 8-6, complice un doppio fallo del coreano sul set point. Grandissimo equilibrio anche nel quinto set con i due tennisti, con Quinzi che riesce ad annullare due palle break. Si va ancora al tiebreak e questa volta viene fuori la maggior esperienza di Chung e il coreano si impone 7-3.

 





CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL TENNIS

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo Twitter Federtennis

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top