Scherma, Coppa del Mondo Torino e Gyor 2017: l’Italia punta al doppio successo nel fioretto, torna in pedana Daniele Garozzo

23334182_1568618816519290_233671345601095521_o.jpg

Domani inizierà un fine settimana particolarmente ricco per la Coppa del Mondo di scherma. Infatti a Torino avremo il Grand Prix di fioretto, che vedrà salire in pedana sia gli uomini che le donne, mentre a Gyor (Ungheria) saranno impegnati gli sciabolatori per il secondo appuntamento stagionale. Andiamo quindi ad analizzare le aspettative azzurre per queste gare.

Partiamo dal fioretto maschile, dove avremo il ritorno in pedana di Daniele Garozzo. Il catanese ha saltato le prime tappe stagionali a causa di un pneumotorace e dopo la riabilitazione post operatoria potrà finalmente tornare a gareggiare. Sarà difficile rivederlo subito protagonista, ma l’obiettivo deve essere quello di ritrovare il feeling con le pedane internazionali in vista dei prossimi appuntamenti.

In attesa di rivedere Garozzo al 100%, l’Italia potrà contare su due atleti in grande forma, parliamo di Andrea Cassarà e Alessio Foconi, che arrivano dall’argento conquistato rispettivamente a Tokyo e a Il Cairo e vanno messi di diritto tra i favoriti. Attenzione poi anche a Giorgio Avola, in cerca del primo podio stagionale e a Edoardo Luperi, reduce da un sorprendente bronzo nell’ultima tappa.

Per quanto riguarda il settore femminile, i riflettori saranno tutti puntati su Alice Volpi, che dopo due argenti consecutivi nelle tappe di Cancun e St-Maur, va a caccia del successo sulle pedane di Torino. La senese è ormai stabilmente ai vertici mondiali, come dimostra il quarto posto nel ranking, ma il successo manca dal 2015, quanto trionfò proprio a Torino. Questa gara sarà quindi l’occasione perfetta per tornare sul gradino più alto del podio e fare il definitivo salto di qualità. L’altra punta azzurra sarà Arianna Errigo, che vuole tornare sul podio dopo il bronzo ottenuto all’esordio stagionale. Sarà invece assente Martina Batini.

Terminiamo quindi con la sciabola maschile. Nella tappa inaugurale di Algeri, l’Italia è salita sul podio con Enrico Berrè, capace di conquistare un ottimo argento, e le speranze di podio in questa tappa saranno riposte ancora su di lui. Infatti Luca Curatoli, terzo nel ranking, è uscito al primo incontro ad Algeri e non sembra quindi in grande forma. Infine, per quanto riguarda la gara a squadre, l’obiettivo degli azzurri sarà continuare la lunga striscia di podi di quest’anno.





CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SULLA SCHERMA

alessandro.farina@oasport.it

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Ferraro/Bizzi/FIE

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top