Pallanuoto, parla Sandro Sukno dopo lo stop forzato: “Spero di vincere altre medaglie olimpiche”

Sandro-Sukno-Croazia-Pallanuoto-FB.jpg

Un problema cardiaco ed uno stop forzato fino a tempo indeterminato. La classe e la voglia di vincere sono però rimaste invariate: Sandro Sukno non si arrende e spera di superare questo ostacolo puntando già alle prossime Olimpiadi. Il croato ha rilasciato delle dichiarazioni al magazine croato Story: “La mia salute è buona, dovrò stare fermo due mesi, quindi sto passando parecchio tempo in famiglia, con mia moglie Paola e con la mia Nora, una bimba divertente e vivace”.

Il giocatore della Pro Recco parla anche del padre, figura al quale si è ispirato: “Naturalmente mio padre è il motivo principale per cui sono diventato un pallanuotista – ha dichiarato Sandro -, ma devo dire che non ho mai subito alcuna pressione da parte sua. Spesso parliamo di pallanuoto, ma la regola è che non commentiamo mai le mie partite. Da bambino avevo un obiettivo, partecipare le Olimpiadi, il sogno di ogni atleta e un grande privilegio”.

In chiusura la voglia di andare verso Tokyo 2020: “Ho conquistato due medaglie olimpiche, ma spero di vincerne altre”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FB Sukno

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top