Calcio, l’Italia si affida all’amuleto San Siro per volare ai Mondiali

Stadio-San-Siro-Meazza-Calcio-Wikipedia.jpg

Serve la rimonta all’Italia per volare ai Mondiali di Russia 2018. Dopo la sconfitta dell’andata per 1-0, gli azzurri riceveranno lunedì la Svezia per provare a ribaltare il risultato e staccare il pass per la rassegna iridata. Una partita da dentro o fuori nella meravigliosa cornice di San Siro, a Milano. Una scelta tutt’altro che casuale ma fatta con motivi ben precisi da parte della Federazione Italiana.

In primis, perché si tratta dello stadio più capiente della nostra Serie A, con i suoi oltre 80,000 posti. Serve tutto l’apporto possibile per spingere l’Italia verso il pass che vale i Mondiali e per questo non poteva esserci un luogo migliore per contenere l’onda azzurra. A riprova di ciò il fatto che i primi 20mila biglietti sono volati nel giro di tre ore dall’apertura delle vendite, mentre ad oggi sono già oltre 65mila i tickets venduti per la gara di lunedì. Ancora, il “Giuseppe Meazza” di Milano ha senza dubbio un fascino particolare. Non a caso è la “Scala del Calcio”, uno stadio che ha fatto da cornice ad incontri importanti, non solo italiani ma anche internazionali, come ad esempio la finale della Champions League del 2016.

Ma siamo italiani e allora la scelta di San Siro ha per forza di cose un valore anche scaramantico. L’Italia ha giocato 42 partite nell’attuale casa di Milan e Inter senza mai perdere. Il bilancio parla infatti di 31 vittorie e 11 pareggi. Un dato che parla chiaro e che autorizza a fare tutti gli scongiuri del caso. Una tradizione cominciata il 20 febbraio del 1927, quando la Nazionale pareggiò per 2-2 in casa contro l’allora Cecoslovacchia, passando per sfide più importanti come la semifinale del Mondiale 1934 vinto dall’Italia. Il “Giuseppe Meazza” è stato poi anche il teatro del 3-0 rifilato dall’Italia di Gianni Rivera al Brasile di Pelé nel 1966.

Passando alle sole qualificazioni ai Mondiali, poi, il bilancio parla di 7 vittorie su 7 partite, l’ultima delle quali risale al 3-1 contro la Danimarca durante il percorso verso Brasile 2014. Quello, tra l’altro, è anche l’ultimo successo della Nazionale a San Siro. Dopo, infatti, sono arrivati due pareggi in amichevole con la Germania (2013 e 2016, ultima partita disputata) e l’1-1 contro la Croazia nelle qualificazioni a Euro 2016.

La partita di lunedì, infine, sarà la quarta al Meazza di Milano contro la Svezia. Nei tre precedenti l’Italia ha sempre vinto, con 6 gol segnati e nessuno subito. Tutti autorizzati a toccare ferro…

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Flickr Priscilla Jordao via Wikimedia Commons (CC BY-SA 2.0)

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top