Calcio femminile, Italia a punteggio pieno nel girone di qualificazione ai Mondiali 2019, Brescia e Fiorentina agli ottavi di finale in Champions League. Che partenza per il movimento!

Italia-Calcio-femminile-Twitter-FIGC-1-e1500850335844.jpg

C’è poco da dire: un inizio di stagione decisamente positivo per il movimento del calcio femminile italiano. La Nazionale Italiana di Milena Bertolini a punteggio pieno nel gruppo 6 (due vittorie) e la qualificazione di Fiorentina e Brescia negli ottavi di finale di Champions League sono risultati che non lasciano di certo indifferenti.

Ne aveva bisogno il “Pallone in rosa” di un po’ di serenità dopo i tanti problemi delle stagioni passate tra dichiarazioni infelici di un ex presidente della Lega Nazionale Dilettanti e lo sciopero minacciato dalle calciatrici per le condizioni di ghettizzazione in cui versavano. Che si stia iniziando a comprendere che lo sport più diffuso al mondo e principale in Italia non abbia solo un sesso?

Forse si ma il percorso da fare è ancora molto lungo. Di sicuro, ii riscontri positivi ottenuti dalla selezione di Bertolini e da Viola e Leonesse possono fungere da traino per gli appassionati oltre che avere un appeal mediatico. Se, infatti, nel calcio maschile sono le tv a dover pagare per trasmettere le partite del campionato, il paradosso del contesto femminile era quello che le società dovessero finanziarsi una diretta. Quest’anno l’iniziativa del Dipartimento Calcio Femminile di trasmettere sulla propria pagina facebook almeno un incontro della giornata di Serie A  è da apprezzare e ciò, in aggiunta alle trasmissioni di Juventus Tv dei match della compagine bianconera, è un spot promozionale efficace.

Venendo al campo, il doppio successo dell’Italia di Bertolini, contro Moldavia e Romania, è frutto di un lavoro, dall’ex tecnico del Brescia, cercando un più efficace linking coi club. Nella precedente gestione di Antonio Cabrini la comunicazione era spesso difficoltosa ed in contrasto probabilmente anche perchè l’ex ct azzurro era anche un po’ “esterno” all’ambente del calcio femminile nostrano. Con Bertolini, invece, allenatrice navigata nel contesto nazionale, le cose sembrano diverse. Un mutamento che ha avuto dei riflessi in campo con giocatrici più sicure del fatto loro e schierate secondo un criterio preciso: il ricorso ai blocchi.

La Nazionale, infatti, non è un club e i tempi di allenamento sono limitati. Va da sè che la formazione venga favorita dalla presenza di calciatrici consapevoli del movimento delle proprie compagne e maggiormente abituate a costituire una squadra amalgamata. La presenza numerosa di atlete di Brescia, Fiorentina e Juventus è fedele a questo ragionamento, al momento, proficuo sul piano degli score. Il 24 ottobre, le nostre ragazze scenderanno in campo a Castel di Sangro contro la Romania e cercheranno di allungare la striscia vincente.

Per quanto concerne la Fiorentina ed il Brescia le imprese in Champions sono degne di nota. Le viola esordienti nel contesto continentale hanno piegato il Fortuna Hjorring, team di grande esperienza europea, forte del successo 2-1 dell’andata ed in grado di resistere agli assalti delle danesi in trasferta. Le Rondinelle, invece, ko in Olanda contro l’Ajax hanno sfruttato alla grande il fattore campo dello Stadio “Rigamonti” ribaltando il punteggio (2-0) e vincendo con pieno merito. Due successi frutto di approcci alle partite propositivi e non dimessi.

Quel che infatti colpisce è la voglia di provarci anche se l’avversario, sulla carta, è più forte. E’ questo lo spirito messo in campo dalle biancoblu e dalle gigliate, riverberatosi anche in Nazionale. Nessuna formula magica ma solo lavoro e dedizione. Aspetti fondamentali per la crescita del settore femminile che, si spera, possa portare al più presto anche al professionismo.

 





CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIO

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Figc

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top