Nuoto, Universiadi 2017: meravigliosa doppietta per Simona Quadarella! Dopo i 1500, centra l’oro negli 800 con un gran tempo!


Un’Italia d’oro nel nuoto alle Universiadi di Taipei 2017. Dopo Gregorio Paltrinieri ieri, Simona Quadarella ha emulato il suo compagno di squadra centrando la prestigiosa doppietta 800-1500 sl. Anche nella distanza ridotta si è rinnovato il duello tra l’azzurra e la tedesca Sarah Koehler ed anche in questo caso non c’è stata storia: troppo forte la Quadarella per la teutonica, pure arrembante e titolare del miglior tempo di ingresso in finale (l’italiana aveva il quarto). Una condotta di gara da atleta esperta ed un’altra meravigliosa gemma nella carriera della giovane romana.

Come nei 1500 metri, la Koehler è partita forte, cercando di imporre il suo ritmo e come due giorni fa la Quadarella è rimasta attendista, senza farsi prendere dalla frenesia ma facendo la sua gara. Ben presto le due hanno fatto il vuoto, con l’azzurra rimasta a contatto senza strafare. Il margine si è ridotto a poco a poco ed il finale è stato entusiasmante. Le due hanno proseguito spalla a spalla ed ai 650 metri c’erano solo 5 centesimi tra le due, con la Quadarella avanti. L’azzurra, una volta effettuato il sorpasso, si è involata verso la vittoria, arrivata con un gran tempo, 8″20’54. Un crono che permette all’italiana di ottenere il nuovo record universitario ma soprattutto di migliorare il proprio personale di circa cinque secondi (8″25’08). Un tempo che al Mondiale di Budapest avrebbe consentito alla Quadarella di centrare il quarto posto. A chiudere terza è stata Joanna Evans, delle Bahamas, lontana quasi dieci secondi dal primo posto (8″31’18).

Un oro meraviglioso per l’azzurra, che prosegue in maniera decisa nella sua crescita personale. Quello che impressiona è che a soli 18 anni, la Quadarella sembra già un’atleta esperta, soprattutto nella condotta di gara. Aldilà delle prestazioni cronometriche, infatti, sia sui 1500 che sugli 800 oggi, va sottolineato l’atteggiamento dell’italiana: sicura dei propri mezzi, consapevole di essere la più forte in vasca, senza farsi trascinare in passaggi al di sopra delle proprie possibilità, ha proseguito sulla sua strada, con convinzione e decisione. Una strada ben tracciata, che si arricchisce di un altro prestigioso oro, per lei e per l’Italia, che si gode la sua stellina già splendente.

 

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo Facebook Simona Quadarella

Lascia un commento

scroll to top