Golf, Solheim Cup 2017: tutto pronto per la Ryder Cup al femminile. Team USA favoritissimo!


Scatterà domani sul percorso del Des Moines Golf and Country Club in West Des Moines, Iowa, la 15esima edizione della Solheim Cup, la Ryder Cup al femminile. Stati Uniti ed Europa si sfideranno per tre giorni con lo stesso format della gara riservata agli uomini: per i primi due giorni, quattro foursome al mattino e quattro fourballs al pomeriggio, poi nella giornata finale tutti in campo per i 12 match singoli che promettono come al solito grande spettacolo. Si riparte dalla vittoria statunitense di due anni fa in Germania, ottenuta per un solo punto, in rimonta, dopo due vittorie consecutive europee. Quest’anno, nonostante non sembra poterci essere lo stesso equilibrio tra le due squadre, il team del Vecchio Continente sarà pronto a tornare dalla trasferta oltreoceano di nuovo con la Coppa tra le mani.

Team USA riparte dallo stesso capitano di due anni fa. Juli Inkster è stata infatti riconfermata alla guida della squadra dopo la vittoria del 2015. Le americane saranno guidate da Lexi Thompson, numero 2 del Rolex Ranking, potendo contare anche su Danielle Kang, fresca vincitrice del Women’s PGA Championship ed alla prima presenza nella competizione, Michelle Wie, Stacy Lewis, Cristie Kerr (veterana, all’ottava presenza), Brittanie Lang e Brittany Lancicome, tutte vincitrici di almeno un Major nel corso della loro carriera. Hanno ottenuto la qualificazione, poi, anche Gerina Piller, numero 24 della classifica mondiale, mentre Lizette Salas ha strappato l’ultimo posto disponibile dopo l’infortunio di Jessica Korda. La scelta del capitano, infine, è ricaduta su un’altra giocatrice esperta, Paula Creamer, vincitrice del punto decisivo due anni fa, e sulle debuttanti Austin Ernst e la 18enne Angel Yin.

 




 

Team Europe, invece, si affiderà alla svedese Annika Sorenstam. Una squadra con una forte componente inglese: ci saranno, infatti, le debuttanti Georgia Hall (terza al Women’s British Open) e Florentyna Parker, prime due nel Solheim Cup Ranking europeo, così come Melissa Reid e le imbattute nei match disputati nella competizione Jodi Ewart Shadoff e Charley Hull. La giocatrice meglio piazzata nel Rolex Ranking è la spagnola Carlota Ciganda, quinta allo Women’s US Open di quest’anno. L’ultima ad ottenere la qualificazione diretta è stata, infine, la 38enne francese Karine Icher. La scelta del capitano è poi ricaduta sulla svedese Anna Nordqvist, già vincitrice di Slam, sulla tedesca Caroline Masson, e sulle due debuttanti, la svedese Madelene Sagstrom e la danese Emily Kristine Pedersen. L’ultima componente della squadra sarà Catriona Matthew: la scozzese era designata come vice-capitano ma scenderà in campo a causa del forfait della norvegese Suzann Pettersen, vero e proprio talismano del team europeo. I problemi alla schiena l’hanno costretta alla rinuncia anche se è rimasta in squadra come vice della Sorenstam.

Sarà dunque un confronto imperdibile. Si giocherà, come detto, al Des Moines Golf and Country Club. Fondato nel lontano 1897, ha raggiunto l’attuale sede nel 1970. La Solheim Cup rappresenterà soltanto il secondo torneo di grande livello ospitato da questo club, dopo lo US Senior Open del 1999. Il club prevede due percorsi, nord e sud: le 18 buche sono state scelte equamente tra i due percorsi per un totale di 6,894 yards (6,304 m) ed il par fissato a 73 colpi. Con un totale di 28 punti in palio, ne serviranno 14½ per vincere la Coppa. In caso di parità il trofeo rimarrà infatti negli Stati Uniti.

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo Twitter Solheim Cup

Lascia un commento

scroll to top