Nuoto sincronizzato, Mondiali Budapest 2017: domani si comincia. Linda Cerruti nei preliminari del solo e doppio tecnico con Costanza Ferro

RIO2016_Aug-14_GSca_RJ50229.jpg

Finalmente ci siamo. Da domani nello splendido scenario del Varosliget Park a Budapest (Ungheria) inizierà l’avventura della Nazionale italiana di nuoto sincronizzato che nelle acque magiare dal sapore mondiale vorrà portare avanti il suo processo di crescita e di avvicinamento ai vertici iridati.

Negli occhi degli appassionati e dei tifosi italiani sono ancor ben presenti le magie di Linda Cerruti e Costanza Ferro in quel di Rio per l’appuntamento più importante della loro vita sportiva. I Cinque Cerchi esaltarono la coppia savonese che con quel magico sesto posto dimostrarono di essere all’altezza delle potenze della disciplina ed avere doti morali fuori dal comune. Quei  90.4412 punti (27.4000 per l’esecuzione, 27.4000 per l’impressione artistica e 35.6412 per gli elementi) sono stampati nella memoria collettiva del gruppo tricolore ed, ora, per le ambizioni del gruppo guidato da Patrizia Giallombardo non vogliono essere un punto d’arrivo ma di transito.

Saranno, infatti, proprio le due ragazze, oltre alla Cerruti nel solo (tecnico), ad esibirsi nei preliminari della routine tecnica del duo sempre accompagnate dalle note emozionanti di  “L’estate” di Antonio Vivaldi che nella vasca brasiliana fu la colonna sonora della facilità per le due ragazze del Bel Paese. Domani, in Ungheria, si vuol proseguire la scalata per avvicinarsi sempre di più alla top5 nella specialità dominata dalla Russia. Le indicazioni nel corso delle competizioni nazionali ed internazionali relativamente alle due atlete ed a tutto il gruppo italiano sono state confortanti. I riscontri forniti nella Coppa Fina, in Coppa Europa e nel French Open ha visto i nostri colori sempre protagonisti ed è lecito attendersi nell’evento clou dell’annata un ulteriore salto di qualità aderente alle aspettative della stesse Giallombardo.

Arriviamo al mondiale con tante novità e altrettante ambizioni. Ci presentiamo con sei nuovi esercizi e sei nuove ragazze in squadra rispetto al 2016. Gli esercizi sono i doppi misti tecnico e libero, il doppio libero di Cerruti e Ferro, il singolo tecnico di Linda, la squadra free e il combo. Le new entry sono Galli, Musso, Di Camillo, Cavanna, Pezone e Sala, il 50% della squadra, tutte provenienti dalla Nazionale B. Ciò è stato possibile grazie al lavoro di uno staff collaudato e all’impegno delle ragazze che si sono fatte trovare pronte sostenendo gli stessi allenamenti della Nazionale A,  pur essendo più giovani. Con la squadra vogliamo confermare il quinto posto olimpico, restare davanti a Spagna e Canada e avvicinarci all’Ucraina, soprattutto nell’esercizio tecnico. Con il singolo di Linda Cerruti puntiamo a scalare almeno una posizione rispetto al settimo posto di Kazan 2015 e nel doppio Cerruti-Ferro vogliamo avvicinarci a Spagna ed Ucraina. Nel doppio misto tecnico e libero con Minisini, Flamini e Perrupato gareggiamo per le medaglie e anche nell’esercizio libero combinato possiamo migliorare un po’ e arrivare in zona podio. Nel porci gli obiettivi siamo realistici pur sognando di arrivare in zona medaglia. La concorrenza è tanta, le avversarie sono molte e tutte bravissime, ma anche noi siamo cresciute. Negli ultimi cinque anni direi tantissimo e rispetto a dieci anni fa completamente. Fino all’anno scorso miglioravamo prevalentemente nella tecnica e da quest’anno anche sotto l’aspetto coreografico. Oggi proponiamo esercizi con nuove storie e nuovi elementi. Il prossimo step sarà la mobilità articolare”, le considerazioni del ct sugli obiettivi nella rassegna mondiale.

Che si dia inizio, dunque, alle danze…

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da Len

Lascia un commento

Top