Calcio: arrestato Ángel María Villar, presidente della Federcalcio Spagnola. L’accusa è di corruzione nell’organizzazione di partite della Nazionale

ngel-María-Villar-Calcio-Twitter-Marca.jpg

È stato arrestato stamattina, alle ore 8 circa, Ángel María Villar, presidente della Federcalcio Spagnola, insieme a suo figlio Gorka Villar ed al vicepresidente economico della Federazione, Juan Padrón, nell’ambito dell’operazione anticorruzione ‘Soule’. La notizia è stata rilasciata questa mattina da Marca, in cui viene riportata la detenzione di altre dieci figure, oltre ai sopracitati. La UCO (Unidad Central Operativa) della Guardia Civil, infatti, sta indagando nella sede della RFEF (la Federcalcio Spagnola) per acquisire prove: tra i reati contestati ci sono corruzione, falso in atti pubblici, appropriazione indebita ed occultamento di beni, tutti nell’ambito dell’organizzazione di partite internazionali della Nazionale Spagnola. Le persone indagate potrebbero infatti aver utilizzato imprese e società per trarre guadagno personale dalla suddetta attività.

Villar, in particolare, è sospettato di aver favorito alcuni dirigenti territoriali utilizzando il denaro della Federazione, al fine di ottenere appoggio incondizionato in vista della sua rielezione a numero 1 del calcio spagnolo. Il basco è stato rieletto lo scorso mese di maggio per l’ennesimo mandato di quattro anni: Villar è presidente della RFEF dal 1988, diventando poi vicepresidente dell’UEFA nel 1992 e della FIFA nel 2000. L’arresto del Presidente arriva due giorni prima dell’Assemblea Generale della Federazione in cui è previsto il sorteggio del calendario della Liga 2017/2018.

 

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Twitter Marca

 

Tag

Lascia un commento

Top