Tennis, Wimbledon 2017: l’erba è poco azzurra. Poche speranze per i tennisti italiani

tennis-fabio-fognini-rio-twitter-fognini.jpg

Il torneo di Wimbledon è ormai prossimo all’inizio (comincia ufficialmente lunedì) e come sempre accade il tennis italiano si approccia al terzo Slam dell’anno con poche speranze. L’erba, infatti, non è certamente la superficie amata dai giocatori italiani e il massimo obiettivo per gli azzurri sarà quello di raggiungere la seconda settimana ai Championships.

Nel tabellone maschile Fabio Fognini e Paolo Lorenzi sono teste di serie, ma entrambi non possono certamente considerarsi degli specialisti. Il ligure ha raggiunto per due volte in carriera il terzo turno a Wimbledon, ma si presenta a Londra senza aver mai giocato sull’erba e quindi restano molti dubbi sulle possibilità del nativo di Arma di Taggia; mentre il senese ha sempre perso al primo turno nelle sei apparizioni in carriera.

Andreas Seppi è sicuramente il giocatore italiano con più qualità sull’erba e anche quello che ha raggiunto i migliori risultati in carriera. L’altoatesino, però, sta vivendo una stagione difficile, anche se si presenta a Wimbledon dopo un buon torneo ad Antalya (è ai quarti). Ovviamente servirà un sorteggio favorevole per Andreas e lo stesso discorso vale per Thomas Fabbiano e Marco Cecchinato, che puntano a passare un turno.

Nel tabellone femminile l’unica testa di serie è Roberta Vinci. La pugliese ha sempre molto amato l’erba e il suo gioco ben si adatta a questa superficie. Come per Seppi, però, la stagione della tarantina è stata molto altalenante, probabilmente insufficiente, ma Roberta può riscattarsi proprio nello Slam londinese.

Totalmente un’incognita è Camila Giorgi. Sulla carta le qualità e il talento della marchigiana ben si combaciano sull’erba di Wimbledon, ma il rendimento di Camila continua ad essere troppo discontinuo, alternando vittorie di prestigio a sconfitte davvero fragorose.
Poche speranze sull’erba le hanno, invece, Sara Errani e Francesca Schiavone, poco adatte ai campi veloci di Londra.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

foto: Twitter Fognini

Tag

Lascia un commento

Top