Giro Rosa 2017: le ambizioni delle italiane al via. Si punta su Elisa Longo Borghini

Domani prenderà il via la 28ma edizione del Giro Rosa, una delle corse più importanti e prestigiose del Women’s World Tour. Alla partenza ci sarà una nutrita pattuglia italiana, che cercherà di regalare diverse soddisfazioni ai tanti appassionati.

Partiamo dalla punta azzurra in questa corsa e stiamo parlando di Elisa Longo Borghini (Wiggle High5), reduce dalla doppietta ai Campionati Italiani. Un’atleta di grandissima qualità e che ha dimostrato nelle ultime stagioni di poter competere sempre con le migliori del mondo. Il percorso di quest’anno non è particolarmente difficile e si adatta alle sue caratteristiche, con diverse tappe di media montagna. L’obbiettivo minimo è quello di portare a casa un successo di tappa, ma guardando oltre il sogno è quello della maglia rosa, che manca all’Italia dal 2008, quando trionfò Fabiana Luperini. La concorrenza non manca, ma se Longo Borghini sarà al top della forma allora potrà ambire ad un ottimo risultato in classifica generale.

L’altra atleta azzurra che curerà la generale è Tatiana Guderzo, una delle atlete più esperte in gruppo. Si tratta anche dell’ultima italiana a salire sul podio in questa corsa, con il 2° posto ottenuto nel 2013. La brillantezza non è certamente più quella di un tempo, ma la sua esperienza potrà risultare fondamentale in una corsa così complessa. L’obiettivo è quello di entrare almeno nella top 10.

Passiamo alle chance per i successi di tappa. La pattuglia delle velociste azzurre è capitanata dalla bicampionessa mondiale Giorgia Bronzini (Wiggle High5), che nella scorsa edizione conquistò due vittorie di tappa. Anche quest’anno il suo stato di forma sembra ottimo, con il 2° posto dei Campionati Italiani e la vittoria di tappa al Giro di California. Le altre punte saranno Maria Giulia Confalonieri (Lensworld – Kuota), Marta Bastianelli (Alé Cipollini) ed Elena Cecchini (Canyon SRAM Racing). Tutte e tre hanno dimostrato di poter lottare con le migliori nel corso della stagione e proveranno a centrare il grande risultato in questo Giro.

alessandro.farina@oasport.it

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

 

 

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Beach volley, World Tour 2017, Porec. VIDEO – Perisic: è dura! Il croato sconfitto dai brasiliani con sberleffo finale

Nuoto, Trials Usa 2017: Katie Ledecky fa già paura nei 200 stile libero, Andrea Mitchell D’Arrigo finalista nei 200 sl