Confederations Cup 2017: solamente sei giocatori di Serie A presenti. Da André Silva ad Antonio Rüdiger

silva-andré.jpg

Venerdì 16 giugno prenderà il via in Russia la Confederations Cup 2017, competizione che si tiene ad un anno dall’appuntamento con la Coppa del Mondo 2018. L’Italia, come noto, non sarà presente, ma neanche gli stranieri di Serie A saranno molto rappresentati nella rassegna.

I campionati più rappresentati sono quasi tutti quelli delle squadre che giocheranno la Confederations Cup: al comando c’è infatti la Bundesliga tedesca (seconda divisione compresa), con venticinque giocatori, uno in più del Campionato Russo. Quattordici, invece, i giocatori provenienti dai campionati di Messico e Portogallo.

Tra i campionati delle nazionali non qualificate, quello inglese è il più rappresentato con diciassette giocatori, seguito dai quattordici della Spagna e dai nove della Francia.

Poco presente, come anticipato, la Serie A italiana, che avrà solamente sei rappresentanti, uno in meno dei campionati di Cile, Nuova Zelanda e Paesi Bassi. Partiamo da uno dei nomi più discussi delle ultime ore, il portoghese André Silva, recente acquisto del Milan. Sempre per quanto riguarda il Girone A, nella nazionale messicana troveremo Carlos Salcedo, difensore della Fiorentina. Più ricco di “italiani” il Girone B, dove il Cile schiererà nella propria retroguardia il cagliaritano Mauricio Isla e l’interista Gary Medel, la Germania il difensore romanista  Antonio Rüdiger e l’Australia Trent Sainsbury, che, pur militando con i cinesi dello Jiangsu Suning, è stato ceduto in prestito all’Inter negli ultimi mesi.

giulio.chinappi@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top