Calcio, Europei Under21 2017: le favorite. Spagna e Italia, in palio l’egemonia storica nel Vecchio Continente

Luigi-Di-Biagio-under-21-foto-profilo-twitter-uefa.jpg

Dal 16 al 30 giugno 2017, la Polonia è pronta ad ospitare la 23esima edizione della Fase Finale del Campionato Europeo di Calcio Under21. Per la prima volta saranno 12 le squadre qualificate, divise in tre gruppi da quattro, ed accederanno in semifinale le prime classificate nonché la seconda migliore seconda. L’Italia di Luigi Di Biagio, tra le grandi favorite della vigilia dovrà vedersela con la Germania, la Danimarca e la Repubblica Ceca nel gruppo C. Gli Azzurrini faranno il loro esordio il 18 giugno coi danesi, il 21 affronteranno i cechi ed il 24 il gran finale coi tedeschi.

Un percorso quindi tutt’altro che agevole per i nostri ragazzi messi subito alla frusta da avversari temibili. Vero è che il talento presente nel roster italiano è tale che i giocatori del Bel Paese possano guardare qualunque avversario a testa alta. Gianluigi Donnarumma, Mattia Caladara, Daniele Rugani, Marco Benassi, Federico Bernardeschi, Domenico Berardi e Federico Chiesa sono tra gli interpreti più importanti della squadra italiana che punta dichiaratamente al successo finale. L’unica defezione tra le fila tricolori sarà quella di Alessio Romagnoli per problemi fisici ma non cambia la sostanza di una compagine che ha tutto per riportare il titolo continentale nei nostri confini dopo 13 anni.

Sulla carta l’ostacolo più impegnativo sarà la Spagna, quattro volte vincitrice degli Europei con tanta tecnica in squadra. Le Furie Rosse annoverano calciatori che hanno già una certa esperienza a livello nazionale ed internazionale. Saul Niguez dell’Atletico Madrid e Denis Suarez del Villareal sono un’accoppiata a centrocampo ricca di tanta qualità. Le punte di diamante non possono che essere Marco Asensio del Real Madrid a segno nella finale di Champions League contro la Juve e Gerard Deulofeu, 13 marcature con la maglia spagnola, ed in grande evidenza anche con il Milan.

L’ultimo precedente è stato in amichevole, a marzo, quando allo Stadio Olimpico la formazione di Albert Celades si impose 2-1 con reti di Saul e Borja Mayoral. A diminuire il passivo fu il giocatore del Sassuolo Pellegrini in un match nel quale il maggior palleggio iberico fece la differenza. Un confronto, comunque, tra Italia e Spagna che riveste un fascino particolare essendo in gioco nove titoli europei (5 per l’Italia e 4 per la Spagna). Le due nazionali si sono affrontate l’ultima volta quattro anni fa nella finale dell’Europeo in Israele vinta dagli iberici 4-2 nel 2013. Pertanto gli uomini di Di Biagio avranno un motivo in più per battere gli uomini di Celades.

 

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da profilo twitter Uefa

Tag

Lascia un commento

Top