Giro d’Italia 2017, ora la corsa può scoppiare! Attacchi e tattica, sarà spettacolo!

FFF4220-e1494784975476.jpg

Dopo una prima settimana molto spenta e davvero noiosa, si è finalmente acceso il Giro d’Italia numero 100. Domenica sia le circostanze (la caduta del Team Sky a causa della moto della polizia), che l’altimetria (l’arrivo in salita sul Blockhaus) hanno fatto animare la corsa con la Movistar scatenata nel lanciare all’attacco Nairo Quintana. La cronometro odierna poi ha scombinato i piani degli scalatori, con un Tom Dumoulin che è andato nettamente in maglia rosa. Ora cosa accadrà?

Probabilmente si assisterà ad un vero e proprio spettacolo in questi ultimi 10 giorni di Giro, con Quintana, Pinot e Nibali, i tre grandi favoriti della vigilia, che sono racchiusi in 24”, ma distano oltre 2′ da Dumoulin e dunque saranno costretti ad attaccare quando capiterà l’occasione. Già domani, con tantissimi metri di dislivello sugli Appennini si potrà iniziare a testare la condizione dell’olandese e, soprattutto, la sua squadra: il Team Sunweb infatti non sembra essere adattissimo alla situazione dopo aver perso per ritiro un uomo fondamentale come Wilco Keldermann.

L’ultima settimana sarà sicuramente un susseguirsi di emozioni. Difficile, quasi impossibile fare una previsione, ma le tante salite alpine lasciano spazio alla fantasia: si potrà attaccare praticamente ogni giorno e su qualsiasi campo. Se Nairo Quintana potrebbe addirittura ammazzare il Giro su salite come quelle di Oropa, Vincenzo Nibali sarà costretto ad inventarsi qualcosa, magari in discesa, o molto probabilmente facendo muovere la squadra già ad oltre 100 chilometri dal traguardo.

Nulla di scontato, tranne una cosa: non mancherà lo spettacolo.

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Comunicato RCS

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top