Basket, Europei 2017: tra assenze illustri e grandi conferme. Chi ha già detto sì e chi no alla propria nazionale?

Mancano ancora oltre tre mesi all’inizio degli Europei d basket, ma tanti giocatori hanno già espresso la loro decisione se partecipare o no alla massima manifestazione continentale. Non mancano i grandi assenti, ma ci sono anche coloro che non hanno saputo dire no alla loro nazionale.

La Francia è probabilmente quella con più assenze rispetto al passato. Tony Parker aveva detto addio alla nazionale dopo le Olimpiadi di Rio e l’ultimo grave infortunio nella serie playoff con Houston non gli fará cambiare certamente idea. Oltre a Parker, anche altri NBA come Nicolas Batum, Evan Fournier e probabilmente anche Rudy Gobert non saranno presenti agli Europei. La buona notizia per i transalpini, invece, è quella che sicuramente ci sarà Nando De Colo, uno dei grandi leader del CSKA Mosca che tenta il bis in Eurolega.

Chi dovrebbe essere al completo è la Spagna di Sergio Scariolo. L’ex tecnico di Milano si presenterà agli Europei con un vero e proprio squadrone, nel quale spicca la presenza di entrambi i fratelli Gasol, vogliosi di tornare a giocare insieme per le “Furie Rosse”. Inoltre ci sarà anche il solito ballottaggio tra Nikola Mirotic e Serge Ibaka ed inoltre anche Ricky Rubio ha dato la sua disponibilità per la convocazione.

Due assenze importanti in casa Turchia come quelle di Omer Asik ed Enes Kanter, mentre la Croazia dovrà fare a meno di Mario Hezonja. La Grecia potrà contare su Giannis Antetokounmpo e restando sempre in ambito NBA la Lettonia avrà dalla sua Kristaps Porzingis, mentre la Polonia non sa ancora se potrà contare su Marcin Gortat.

Ci saranno sicuramente Danilo Gallinari e Marco Belinelli ed è certamente la miglior notizia per l’Italia, che vuole provare a tormare a vincere qualcosa di importante dopo molto tempo. Tra le possibili outsider attenzione alla Slovenia di Goran Dragic e soprattutto di Luka Doncic, stellina del Real Madrid e pronto a diventare protagonista anche agli Europei in vista di un sicuro futuro NBA.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

foto: Basketballa FIBA Twitter

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Eurobasket 2017 Europei Basket 2017

ultimo aggiornamento: 10-05-2017


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tuffi, Tania Cagnotto story: dagli esordi alla prima medaglia mondiale

Calcio, Champions League 2017 – La Vecchia Signora senza corona: quante finali perse! Quest’anno si può cambiare la storia