Giro delle Fiandre 2017: numeri e storia. Belgio dominante, mai nessuno come Magni. Boonen per la leggenda

Boonen-Pier-Colombo.jpg

Domenica 2 aprile 2017 si disputerà l’edizione numero 101 del Giro delle Fiandre, corsa che si è disputata per la prima volta nel 1913, ideata dal giornalista Karel Van Wynendaele. La prima edizione era caratterizzata da un percorso di 330 chilometri.

Nelle edizioni fino ad ora disputate, i belgi si sono imposti per ben 68 volte: in principio sono riusciti ad imporsi ininterrottamente dal 1913 al 1948, con l’unica eccezione del 1923, in cui vinse lo svizzero Suter. Dal 1949 al 1951 la leggendaria tripletta di Fiorenzo Magni, che proprio grazie a queste tre affermazioni (mai nessuno è riuscito in soli tre anni a conquistare tre successi) è stato soprannominato il “Leone delle Fiandre“. Da quel momento in poi le nazionalità dei vincitori sono andate a diversificarsi, ma i belgi hanno un netto primato. Secondo posto per l’Italia a quota 10, tallonata dall’Olanda che è ferma a 9.

Ci sono sei atleti che hanno conquistato la corsa tre volte: Achiel Buysse, Fiorenzo Magni, Eric Leman, Johan Museeuw, Tom Boonen e Fabian Cancellara. Come detto, il solo Magni ci è riuscito in tre edizioni consecutive. Tra questi, Boonen è ancora in attività e con un successo domenica salirebbe al primo posto in solitaria come numero di vittorie nella Ronde.

Il Belgio non vince dal 2012, quando ad imporsi fu lo stesso Tornado Tom. Da quel momento successi per Cancellara (due volte), Kristoff e Sagan. Norvegia e Slovacchia non avevano mai vinto il Fiandre prima delle ultime due edizioni. L’ultimo successo italiano risale al 2007, quando Alessandro Ballan si impose davanti al belga Leif Hoste, per ben tre volte secondo tra il 2004 e il 2007 senza mai vincere. Prima di Ballan ricordiamo i successi italiani di Andrea Tafi (2002), Gianluca Bortolami (2001), Michele Bartoli (1996), Gianni Bugno (1994), Moreno Argentin (1990), Dino Zandegù (1967) e Fiorenzo Magni (1949, 1959, 1951).

Nonostante sei podi all’attivo, il Cannibale Eddy Merckx ha vinto la Ronde solamente due volte in carriera: si tratta della Classica Monumento che ha vinto meno volte assieme al Giro di Lombardia. Poi ha ottenuto tre vittorie alla Parigi-Roubaix, sette alla Milano-Sanremo e cinque alla Liegi-Bastogne-Liegi.

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Pier Colombo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top