Basket, NBA 2016/2017: i risultati di domenica 26 marzo. 36ma tripla doppia per Westbrook, ma a trionfare è Harden. Vincono Golden State e Boston

basket-james-harden-houston-rockets-fb-harden.jpg

Si sono disputate dieci partite nella notte tra domenica e lunedì valide per la regular season NBA, con le franchigie alla ricerca del miglior posizionamento possibile in vista dei Playoff ormai imminenti. Andiamo a vedere come è andata nel consueto riepilogo.

Tutti i riflettori erano indirizzati sulla sfida tra i due più probabili candidati all’MVP, vale a dire James Harden e Russell Westbrook, entrambi protagonisti di un’annata a dir poco sensazionale e capaci di guidare le loro squadre oltre le aspettative. E’ arrivata come da copione la 36ma tripla doppia del fenomeno degli Oklahoma City Thunder (39 punti, 13 assist e 11 rimbalzi), grazie alla quale il record di triple doppie in una singola stagione detenuto da Oscar Robertson dista solo cinque lunghezze (41), ma a portare a casa la vittoria sono stati gli Houston Rockets trascinati dai 22 punti e 12 assist di James Harden; da rimarcare anche il contributo offerto alla causa da Lou Williams, il quale ha realizzato la bellezza di 31 punti, oltre ad uno stratosferico 63.3% al tiro di squadra (51.3% dalla lunga distanza) che ha consentito ai padroni di casa di imporsi con il punteggio finale di 137-125.

52 punti complessivi dell’ineffabile duo Stephen Curry-Klay Thompson guidano i Golden State Warriors al successo tra le mura amiche contro i Memphis Grizzlies, senza dimenticare un ispiratissimo Andre Iguodala autore di ben 20 punti e sette rimbalzi. Agli ospiti non sono invece bastati i 29 punti messi in cascina da un sontuoso Mike Conley, unico giocatore ad andare in doppia cifra insieme a Zach Randolph (15 p.) e JaMychal Green (13 p.). I Boston Celtics superano al fotofinish i Miami Heat e si confermano come una delle rivelazioni più sorprendenti della stagione, sospinti ancora una volta dalla leadership di Isaiah Thomas (30 punti) coadiuvato alla perfezione da Jae Crowder (25 p.), mentre dall’altra parte non è risultata sufficiente la performance di Hassan Whiteside, la cui doppia doppia da 19 punti e 15 rimbalzi si è spenta di fronte alla maggior profondità dei beniamini del pubblico.

11 punti di Danilo Gallinari in 23 minuti di impiego non impediscono comunque ai Denver Nuggets di incassare la sconfitta al cospetto dei New Orleans Pelicans, i quali hanno fatto leva sul rendimento mostruoso messo in mostra da Anthony Davis (31 punti e 15 rimbalzi) sopperendo così nel migliore dei modi alla pesante assenza di DeMarcus Cousins. Il canestro di Willie Cauley-Steyn a tre secondi dalla sirena consente ai Sacramento Kings di espugnare lo Staples Center dinnanzi ai Los Angeles Clippers, con il disperato tentativo di Chris Paul non andato a buon fine per il 98-97 in favore degli ospiti. A nulla è servita la doppia doppia di DeAndre Jordan (20 punti e 11 rimbalzi), preludio ad una vera e propria beffa subita dai giocatori allenati da Doc Rivers incapaci di chiudere l’incontro nelle fasi precedenti. Importante successo in ottica playoff quello conseguito dai Chicago Bulls sul parquet dei Milwaukee Bucks, arresisi di fronte alla miglior prestazione stagionale di un Nikola Mirotic da 28 punti e alla doppia doppia del solito Jimmy Butler (20 punti, 14 assist), senza dimenticare la tripla doppia sfiorata da Rajon Rondo che ha chiuso a quota 18 punti, 9 assist e 9 rimbalzi.

Sorride Marco Belinelli insieme ai suoi Charlotte Hornets, vittoriosi tra le mura amiche dello Spectrum Center ai danni dei Phoenix Suns del tanto chiacchierato Devin Booker, il più giovane di sempre a toccare quota 70 punti realizzati durante la sfida contro Boston, autore stavolta di 23 punti conditi da un non esaltante 7/17 dal campo, a cui si aggiunge anche un plus/minus orrendo di -32. Per i padroni di casa da rimarcare le prestazioni di Kemba Walker (31 p.) e Marvin Williams (21 p.), che hanno guidato i compagni fino al 120-106 conclusivo; 8 punti in 21 minuti di utilizzo il bilancio di Belinelli, ancora impreciso dalla lunga distanza e poco efficace sotto il profilo del plus/minus, come testimoniato dal -11 alla sirena. I Brooklyn Nets passano sul campo degli Atlanta Hawks approfittando della vena offensiva della coppia Brook Lopez-Jeremy Lin, protagonisti assoluti della serata con 42 punti in tandem, utili a vanificare la sontuosa doppia doppia di un Dwight Howard da 19 punti e 16 rimbalzi. Trionfi infine per gli Indiana Pacers ai danni dei Philadelphia 76ers grazie ai 21 punti di Paul George, e per i Portland Trailblazers, giustizieri dei Los Angeles Lakers per 97-81. Di seguito il quadro completo dei risultati della notte.

Phoenix Suns – Charlotte Hornets 106-120

Brooklyn Nets – Atlanta Hawks 107-92

Sacramento Kings – Los Angeles Clippers 98-97

Chicago Bulls – Milwaukee Bucks 109-94

Oklahoma City Thunder – Houston Rockets 125-137

Philadelphia 76ers – Indiana Pacers 94-107

Miami Heat – Boston Celtics 108-112

Memphis Grizzlies – Golden State Warriors 94-106

Portland Trailblazers – Los Angeles Lakers 97-81

New Orleans Pelicans – Denver Nuggets 115-90

simone.brugnoli@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina Facebook Harden

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top