Seguici su

Precisione

Tiro a volo, il Presidente Rossi: “Escludere il double trap? Completamente sbagliato”

Pubblicato

il

Dopo aver preso parte alla riunione dell’Ad Hoc Committee della ISSF il Presidente della Federazione italiana Luciano Rossi ha incontrato il Direttore Tecnico del Double Trap Mirco Cenci e alcuni tiratori tra cui Daniele Di Spigno, Alessandro Chianese e Ignazio Tronca in merito alla probabile esclusione della disciplina a partire da Tokyo 2020. Sul sito federale Rossi ha detto la sua riguarda alla questione:

“Nei giorni scorsi ho deciso di prendere parte alla riunione del Comitato anche non essendo un componente dello stesso – ha spiegato Rossi – Una decisione scaturita dalla necessità di valutare direttamente la proposta del Comitato di eliminare il Double Trap dal programma delle Olimpiadi a partire dall’edizione giapponese, a mio avviso un provvedimento completamente sbagliato. L’attuale proposta è quella di escludere il Double Trap ed introdurre il Mixed Teamdi Trap. Diversamente da quanto dichiarato nelle intenzione, invece di parificare i generi e incrementare l’attività sportiva femminile, questo provvedimento comporterebbe una grave perdita per tutto il movimento tiravolistico. La nostra proposta, appoggiata da molti esponenti di spicco della Federazione Internazionale e di delle Confederazioni Continentali, è quella di inserire nel programma olimpico il Mixed Team solo per il Double Trap. Facendo così si preserverebbe la specialità, che sarebbe quindi presente nel circuito internazionale, e si incrementerebbe l’attività femminile, la cui gara per questa specialità era prevista nei Giochi fino a Sydeny 2000. Il Comitato produrrà un documento consuntivo per la fine del mese di febbraio e lo presenterà al Comitato Esecutivo e al Consiglio della ISSF in occasione della Coppa del Mondo di Nuova Delhi – ha concluso Rossi – Fino a quel momento potremo continuare a lavorare per difendere il Double Trap, che nei report del CIO si trova al primo posto nelle valutazioni degli ascolti televisivi e in quella della presenza sui media. In ogni caso la nostra posizione sarà sempre a favore del mantenimento della specialità nel programma dei Giochi”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *