Ginnastica, Olimpiadi Rio 2016 – Vanessa Ferrari, il terzo all-around: “Farò le prove per la Finale! Mi gioco una medaglia”

Vanessa-Ferrari-Rio-2016.jpg

Questa sera (ore 21.00 italiane) Vanessa Ferrari sarà nuovamente in pedana alle Olimpiadi 2016. La nostra capitana è pronta per disputare il concorso generale individuale, il terzo all-around a cinque cerchi della sua infinita carriera da numero 1 della disciplina.

La Campionessa del Mondo 2006 non avrà grandi ambizioni da classifica, le medaglie sono molto lontane ma il fascino della gara regina è irripetibile. Dopo l’undicesimo posto di Pechino 2008 (quando si presentò con un tendine d’Achille distrutto) e la settima piazza di Londra 2012, la bresciana parteciperà senza particolari obiettivi ma con l’intenzione importante di riprovare l’esercizio al corpo libero in vista della Finali di Specialità.

Martedì 16 agosto la ginnasta italiana più forte di tutti i tempi andrà a caccia dell’unico alloro che le manca nel suo palmares. Proprio oggi, come ha dichiarato alla vigilia, cercherà di testare la gamba e probabilmente di inserire anche delle novità in termini di difficoltà, per capire se ci sarà margine in finale. “Mi gioco una medaglia” ha più volte affermato e l’all-around di questa sera sarà l’occasione per dare un ulteriore segnale, sia alle avversarie ma anche a se stessa.

C’è la possibilità di aumentare il D Score, di impressionare le giurie sul Nessun Dorma, di convincere con la sua acrobatica e la sua classe ineguagliabile. Si troverà praticamente tutte le avversarie che tra cinque giorni saliranno con lei in pedana alla caccia del podio: le inarrivabili statunitensi Simone Biles (prossima all’incoronazione) e Aly Raisman che stasera dovrebbero mettersi al collo oro e argento, la svizzera Giulia Steingruber, la cinese Yan Wang e la giapponese Mai Murakami. Mancheranno solo l’altra azzurra Erika Fasana e la britannica Amy Tinkler.

Il suo concorso generale, a cui è stata ammessa con l’ultimo punteggio utile dopo un turno di qualificazione caratterizzato dalla caduta alla trave, incomincerà subito all’amato quadrato.

Il resto della gara scivolerà via tranquillamente. Sicuramente non riproporrà il difficile elemento da cui è caduta sui 10cm domenica pomeriggio. Con una prestazione al top si può puntare a una top ten, ma davvero poco cambierà alla carriera della nostra fuoriclasse.

 

stefano.villa@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top