Tiro a segno, Coppa del Mondo Rio 2016: nella gara “A terra” vince Junghaenel. Campriani è 4° a un passo dal podio

Junghaenel_tiro-a-segno_ISSF.jpg

In una gara da batticuore e precisissima come sa essere solo quella della carabina libera a terra da distanza 50m maschile ad issarsi sul gradino più alto del podio nella seconda tappa della Coppa del Mondo 2016 di tiro a segno, valevole anche come test-event per le prossime Olimpiadi, è il tedesco oro anche ai Giochi Europei di Baku 2015 Henri Junghaenel.

Il teutonico infatti, al termine di un contest di un livello medio davvero altissimo, si è piazzato davanti a tutti totalizzando 210.0 punti; che gli hanno consentito di precedere il veterano australiano Warren Potent, secondo a quota 207.9 pti, e l’ancor più esperto serbo Stevan Pletikosic (addirittura medaglia ai Giochi di Barcellona 1992), terzo a quota 186.2 pti .

Ottima, pur senza medaglia, la prestazione di un Niccolò Campriani in crescita: l’ingegnere fiorentino si è piazzato alla fine in quarta posizione guidando per qualche tratto anche l’intera gara e regalando al pubblico del poligono persino il perfetto 10.9 che è stato riconosciuto con uno scrosciante applauso. Peccato che 165.3 pti non siano basti per centrare il bronzo.
Il resto della pattuglia azzurra invece, con Lorenzo Bacci e Marco De Nicolo, aveva dovuto salutare anzitempo fra qualifiche e sessioni eliminatorie.

Domani spazio alle donne con la gara di carabina 3posizioni femminile da distanza 50m.

Foto: ISSF (Voice 2 Media)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top