Speed Skating, Mondiali 2016: Kramer e Kulizhnikov fenomenali. Giovannini 10° sui 5000m

pavel-kulizhnikov-fb.jpg

La penultima giornata dei Mondiali su singole distanze di Kolomna (Russia) ha messo in luce due fenomeni tanto attesi alla vigilia di questa rassegna, cioè Sven Kramer e Pavel Kulizhnikov. L’olandese ha bissato il successo sui 10000 metri vincendo anche i 5000 ed arrivando a quota 17 ori iridati. Una cifra incredibile per un atleta che non smette mai di stupire. Kramer si è imposto con il crono di 6’10″31 mettendosi alle spalle il connazionale Jorrit Bergsma (6’10″66) e il novergese Sverre Lunde Pedersen (6’15″08). Positiva la prova di Andrea Giovannini che in 6’23″32 ha confermato l’andamento stagionale nella top10, giungendo decimo, molto vicino ai suoi limiti attuali.

Venendo invece a Kulizhnikov il russo sul ghiaccio di casa ha messo in scena il suo primo spettacolo sui 1000m. Il recordman dei 500m, primo uomo nella storia a scendere sotto il muro dei 34″, ha battuto (1’08″33) di soli 10 centesimi il campione del mondo dei 1500m, il compagno di squadra, Denis Yuskov (1’08″43) e l’orange Kjeld Nuis di 14 centesimi (1’08″47). A dimostrazione della grande prova di squadra di Santa Madre Russia il quarto tempo di Aleksey Yesin in 1’08″81.

Per quanto concerne le gare femminili, sui 500m la favorita e primatista mondiale Sang-Hwa Lee è stata la migliore in 37″43 battendo la statunitense Brittany Bowe in 37″74 e la tulipana Jorien ter Mors in 37″90. A chiosa, i Paesi Bassi hanno doppiato il successo di ieri nel team pursuit maschile, vincendo quello femminile in 2’58″12 e abbassando di 19 centesimi il tempo del Giappone (2’58″31) e di 4″49 quello della Russia (3’02″61).

 

RISULTATI COMPLETI

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Pavel Kulizhnikov

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top