Tennis, ATP Sao Paulo: finale per Luca Vanni! La vittoria della determinazione

tennis-luca-vanni-costantini-federtennis-e1474894344552.jpg

Una grande notizia in arrivo dal torneo ATP di Sao Paulo (Brasile). Luca Vanni ha centrato la sua prima finale in carriera del circuito professionistico, avendo la meglio, in tre set tiratissimi, del brasiliano Joao Souza con il punteggio di 6-4 6-7 6-4.

Un match davvero emozionante quello sulla terra battuta brasiliana, fatto di tantissimi ribaltamenti di fronte nello score. All’inizio, è Vanni a dare l’impressione di avere le armi giuste per portarsi a casa la partita, sia da un punto di vista tecnico che psicologico. L’azzurro infatti, pur alla sua prima semifinale della sua sfortunatissima carriera, gioca con grande scioltezza, dimostrando una grande superiorità sia sulla diagonale di dritto che di rovescio e il break immediato, ad inizio sfida, ne è la diretta conseguenza. Il brasiliano riesce ad impensierire il nostro portacolori solo grazie ad un servizio assai insidioso che rende non semplice la risposta per Luca. Tuttavia, con grande determinazione, Vanni gestisce il proprio break e porta a casa la prima frazione sul 6-4

In questa fase, l’aretino ha la situazione in mano e non a caso al quinto gioco arriva un altro break che fa pensare che i giochi siano chiusi. L’azzurro ha, infatti, la possibilità di concludere il match sul proprio servizio e si costruisce ben due possibilità per qualificarsi alla  finale di un torneo ATP. Tuttavia quel meccanismo che così bene aveva funzionato si inceppa, un po’ per la tensione del momento e anche per la presenza di un pubblico poco sportivo e indisciplinato. Si va al tie-break e il brasiliano sembra avere l’inerzia del confronto nelle sue mani e il 7-6 di fine secondo set certifica questa sensazione.

Nella terza e decisiva partita, Sousa sembra, infatti, avere maggiori energie psicofisiche di Vanni che non riesce più ad essere così incisivo sia al servizio che nello scambio prolungato da fondo. La bellezza del tennis sta però nel fatto che nel giro di poco tutto può cambiare ed infatti, quasi miracolosamente, Vanni ritrova quelle motivazioni per continuare a lottare e nell’ottavo game recupera portandosi sul 4-4. La situazione appare completamente ribaltata ed è l’italiano a muoversi meglio sul campo e a spingere il piede sull’acceleratore. Il 6-4 che chiude le ostilità è il giusto premio alla volontà di Vanni di raggiungere un obiettivo che solo una settimana fa sembrava irraggiungibile.

Ora in attesa di conoscere l’altro finalista, godiamoci questo risultato e rendiamo onore ad un atleta che, con forza e sacrificio, ha ottenuto qualcosa di grande.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Federtennis

giandomenico.tiseo@olimpiazzurra.com

Twitter: @Giandomatrix

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top