Scherma, Coppa del Mondo: l’Italspada vola oltreoceano alla ricerca di conferme e riscatti

Spada-femminile-Italia-scherma-foto-bizzi-federscherma.jpg

Ritorna la Coppa del Mondo di spada, l’appuntamento è oltreoceano sia per gli uomini che per le donne. I primi saranno impegnati in Canada, a Vancouver, mentre le seconde tireranno nella capitale argentina Buenos Aires. Il leitmotiv di presentazione del fine settimana è il medesimo delle ultime uscite dell’arma più tattica del panorama schermistico.

Al femminile, in attesa del primo successo del quartetto, si attende infatti il ritorno al vertice individuale della campionessa del mondo Rossella Fiamingo, sempre lontana dalla finale a otto in stagione, mentre gli uomini sono chiamati proprio a riscattare le deludenti prestazioni stagionali di squadra. La qualificazione a Rio 2016 partirà a maggio da Parigi e sarà fondamentale rientrare al più presto tra le prime quattro nazioni europee del ranking internazionale.

In attesa del riscatto della siciliana, che più volte ha dichiarato di non riuscire ancora a reggere le pressioni di grande favorita dopo l’impresa di Kazan a luglio, l’Italia è comunque salita sul podio a Doha con la campionessa europea Bianca Del Carretto e a Barcellona con Mara Navarria a 35 mesi di distanza dall’ultima volta e con in mezzo una gravidanza. Nessun campanello d’allarme dunque, anzi, ma per chiudere il cerchio e dare continuità all’oro iridato Fiamingo ha senza dubbio tutte le carte in regola per tornare ai propri livelli di competenza. Dove invece ormai dalla scorsa primavera naviga il quartetto completato da Francesca Quondamcarlo, sempre sul podio da sei gare consecutive e alla ricerca di un sigillo che prima o poi arriverà di certo. La concorrenza è tosta e la spada regala sempre grande imprevedibilità, ma le italiane hanno dimostrato nel recente passato un affiatamento e una condizione mentale perfetti per giocarsela fino alla fine con ogni rivale.

Il discorso è invece purtroppo ben diverso per quanto concerne gli uomini. L‘individuale non preoccupa: in attesa del pieno recupero di Matteo Tagliariol, che dopo la seconda operazione alla mano sta tornano step by step sui suoi livelli, il Bel Paese si gode i successi siciliani targati Paolo Pizzo ed Enrico Garozzo, già vincitori di tre medaglie in questa Coppa del Mondo. Ciò che preoccupa è invece la gara a squadre: i punti in palio per il Brasile partiranno in primavera, ma gli ultimi risultati sono preoccupanti. Dove sta il problema? Difficile rispondere. Una grossa mano potrebbe arrivare da Marco Fichera, eccezionale talento a livello giovanile che tra i grandi si è confermato solo in parte. L’unico podio l’ha conquistato però un anno fa proprio a Vancouver. Che l’aria del Canada porti una ventata di freschezza anche all’Italia intera?

 

COPPA DEL MONDO – SPADA FEMMINILE – Buenos Aires, 13-15 Febbraio 2015
Atlete
Bianca Del Carretto, Rossella Fiamingo, Mara Navarria, Francesca Quondamcarlo, Francesca Boscarelli, Sara Carpegna, Eugenia Falqui, Marta Ferrari, Giorgia Pometti, Giulia Rizzi, Alberta Santuccio

Maestri: Daniele Pantoni, Roberto Cirillo
Fisioterapista: Davide Ricca

 

COPPA DEL MONDO – SPADA MASCHILE – Vancouver, 13-15 Febbraio 2015
Atleti
Gabriele Bino, Lorenzo Bruttini, Marco Fichera, Enrico Garozzo, Paolo Pizzo, Andrea Santarelli, Gabriele Cimini, Luca Ferraris, Edoardo Munzone, Matteo Tagliariol, Andrea Vallosio.

Commissario tecnico: Sandro Cuomo
Maestro: Enrico Di Ciolo
Fisioterapista: Marco Sciunnacche

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

scroll to top