Salto con gli sci: gli uomini sul <i>gigante</i> di Vikersund, donne in Slovenia per il fine settimana

oa-logo-correlati.png

La Coppa del mondo di salto con gli sci fa tappa sul Vikersundbakken, trampolino che detiene il record del mondo di volo, mentre per quanto riguarda la competizione femminile tra sabato e domenica saranno impegnate in due gare a Ljubno, in Slovenia.

Sul trampolino norvegese il record è detenuto dal padrone di casa Johan Remen Evensen, che nel 2011 atterrò a 246,5 metri, facendo segnare il nuovo primato mondiale. Il punto K è posto a 200 metri, mentre l’HS ne dista 225 dal dente. La struttura, comunque, consente agli atleti di atterrare anche oltre questa soglia senza particolari rischi quantomeno fino ai 245 metri. Nelle gare svoltesi su questo trampolino dopo l’ultima ristrutturazione il più vincente è l’austriaco Gregor Schlierenzauer, che da queste parti si è imposto 3 volte dal 2011 a questa parte. Una vittoria a testa in contesto di Coppa del mondo per Evensen e per lo sloveno Robert Kranjec, che si è imposto anche nel 2012 in occasione dei Mondiali di volo. La classifica di Coppa del mondo è sempre guidata dall’austriaco Stefan Kraft, che ha 58 punti di vantaggio su un Peter Prevc che su un trampolino di questo tipo potrebbe avere qualcosa in più rispetto al diretto rivale per la Sfera di Cristallo.

L’Italia si presenterà a questa gara con il solo Andrea Morassi, mentre gli altri componenti della squadra saranno impegnati in un ritiro in ottica campionati Mondiali di Falun.

Le donne gareggeranno, invece, in Slovenia. Per quattro volte su questo trampolino ha vinto l’austriaca Daniela Iraschko-Stolz ma sempre in Continental Cup. Da quando è stata istituita la Coppa del mondo femminile della disciplina sull’HS 95 di Ljubno si sono imposte per due volte a testa la statunitense Sarah Hendrickson e la giapponese Sara Takanashi. Proprio la nipponica è attesa ad una risposta importante in vista dei Mondiali dopo un paio di settimane in cui non si è espressa ai soliti livelli. La più immediata inseguitrice della Iraschko-Stolz resta lei, ma alle sue spalle incombe la tedesca Carina Vogt, che nelle ultime uscite ha sfoderato ottime prestazioni e sembra propensa al sorpasso per la seconda posizione.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto: Geir Granviken

Lascia un commento

scroll to top