Judo: European Games, i judoka europei svantaggiati nella corsa a Rio 2016

Baku-2015-Giochi-Europei.png

Come è oramai noto, i Campionati Europei 2015 di judo non si terranno più ad aprile in quel di Glasgow, ma nel mese di giugno in corrispondenza della prima edizione degli European Games, organizzati nella capitale dell’Azerbaijan, Baku (clicca qui per saperne di più). Questo cambiamento influenzerà la preparazione ed il calendario dei judoka, ma soprattutto potrebbe pregiudicare gli atleti del “vecchio continente” per la corsa alla qualificazione olimpica.

Poiché gli Europei non si terranno più in corrispondenza degli altri campionati continentali, i judoka europei vedranno cancellati i risultati della rassegna 2013 e dimezzati quella delli della rassegna 2014 senza poter guadagnare i punti equivalenti fino a giugno. Questa situazione penalizzerà la loro posizione nel raning mondiale in vista dei Masters di Rabat, prova alla quale accedono solamente i migliori di ogni categoria e che assegna un bottino molto cospicuo di punti qualificativi per Rio 2016.

Inoltre, i Campionati Europei si svolgeranno solamente due mesi prima dei Mondiali, e sarà molto difficile per gli atleti riuscire a presentarsi in entrambe le occasioni con la forma ideale, con il rischio, dunque, di perdere altri preziosi punti nel ranking IJF. Con il nuovo calendario, molti atleti potrebbero dunque decidere di “boicottare” gli European Games oppure il Grand Prix di Tbilisi. Naturalmente questo nuovo calendario farà anche contenti quei judoka che devono recuperare da infortuni e problemi fisici, e che avranno dunque più tempo a disposizione per ritrovare la forma, ma in linea generale possiamo affermare che gli atleti europei non trarranno vantaggi da questa nuova situazione.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top