GP Lugano: domenica in gara con Colbrelli, Cimolai e Cunego

Schermata-2015-02-19-alle-16.08.44.png

2500 metri di dislivello. Domenica primo marzo va in scena il GP Lugano, arrivato alla sua 69esima edizione. Una corsa storica, che assieme alle altre semiclassiche di questo periodo riapre il calendario europeo dopo le diverse corse negli Emirati e in Sud-America.

Si riparte, dunque, in vista di appuntamenti più importanti dalla cittadina svizzera. E lo si fa con 4 squadre World Tour, evidentemente attratte dalla competizione. Il percorso, di 194 chilometri, è aperto a più soluzioni e permette a tanti di testarsi in vista delle prossime corse. La stagione delle Grandi Classiche è sempre più vicina e si aprirà con la Milano-Sanremo per concludersi a metà aprile con la Liegi-Bastogne-Liegi.

Assente Mauro Finetto, vincitore dello scorso anno, fari puntati su Sonny Colbrelli (Bardiani CSF), secondo 12 mesi or sono. Veloce allo sprint e resistente in salita, sembra avere le caratteristiche perfette per imporsi sul traguardo di Lugano. Come lui potrebbe ottenere ottimi risultati in caso di arrivo di gruppo Nicolò Bonifazio (Lampre-Merida), così come il compagno Davide Cimolai, fresco vincitore del Trofeo Laigueglia. Potrebbe provare qualcosa da lontano l’AG2R la Mondiale con Jan Bakelants e Rinaldo Nocentini, accompagnata magari da altri atleti più propensi alle salite. Basti pensare a Oliver Zaugg e Ivan Basso (Tinkoff-Saxo), Enrico Battaglin (Bardiani CSF) o Damiano Cunego (Vini Fantini Nippo), presente e sicuramente desideroso di fare bene a 7 giorni dalla Strade Bianche.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto: Laurie Beylier Flickr

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top