Volley, SuperLega – Nona giornata: Macerata al comando, attesa per Modena, Perugia terza

Superlega-Macerata.jpg

Macerata balza momentaneamente al comando della classifica di SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile. La Lube sbanca agevolmente il PalaIper di Monza e torna in vetta, in attesa del posticipo tra la capolista Modena e Città di Castello (in programma domani pomeriggio).

Perugia perde a sorpresa il primo set contro Milano, poi va via liscia e acciuffa il terzo posto approfittando del turno di riposo osservato da Trento.

Questi sono i responsi principali della nona giornata che attende la risposta dei canarini emiliani, sulla carta favoriti per riprendersi il primo posto.

 

I Campioni d’Italia surclassano i brianzoli con una magistrale prestazione a muro (12) e al servizio (10 aces): l’incontro non è mai stato in discussione. Giuliani ha optato per la formazione ormai diventa tipo (Kurek in panca): Baranowicz-Sabbi (12 punti, 3 muri) in diagonale; Parodi (12 punti) e Kovar (10, 3 aces) di banda; al centro Stankovic e un granitico Podrascanin (12 punti, 3 muri, 2 aces), Henno il libero. Troppo isolato il solito Padura Diaz (16 punti), una goccia nell’acqua della Vero Volley sempre più fanalino di coda e ancora a secco di vittorie.

 

Perugia ha clamorosamente perso il primo set contro Milano, poi si è ben distesa, ha infilato la nona vittoria consecutiva tra campionato (6) e Champions League (3), salendo così al terzo posto in classifica. Grbic ha dovuto ancora fare a meno del centrale Buti, stop anche per il libero Giovi, rivoluzione in campo ma a fare la differenza sono sempre i due soliti bomber: Atanasijevic e Fromm, autori rispettivamente di 22 e 23 punti (2 aces e 1 muro per il serbo).

Dopo cinque sconfitte consecutive, Piacenza è tornata al successo sul campo di Latina al termine di cinque set combattutissimi. Il grande mattatore è stato Raydel Poey, il nuovo acquisto cubano della Copra che, alla prima apparizione, si è superato realizzando ben 34 punti e non facendo rimpiangere Le Roux. Capitan Zlatanov ha fatto il suo (14), bellissima prestazione di Alletti (16) che si ripete dopo la Champions League. Starovic ne ha messi giù 29, ma i laziali sono mancati nel momento più importante dell’incontro.

 

Bella sfida combattuta tra Molfetta e Verona (primo e terzo set trascinati ai vantaggi). Gli scaligeri dimostrano maggior freddezza nei momenti topici del match, vincono per 3-0, conquistano il terzo successo consecutivo e salgono al quinto posto in classifica: ripreso il bandolo della matassa, si è tornata in linea con le aspettative della vigilia e con le potenzialità della squadra. Taylor Sander si conferma bomber di razza (17 punti, 2 aces); granitica diga centrale con Anzani (10 punti, 4 muri) e Zingel (9 punti).

Ravenna torna al successo dopo tre ko consecutivi (contro Perugia, Trento e Modena, tre delle prime quattro in classifica). I romagnoli vincono a Padova e salgono al quinto posto in classifica. Si è rivisto in campo l’attesissimo bomber Renan, infortunatosi un mese fa, subito tornato protagonista con 8 punti; top scorer Cebuly (17 punti), granitico Cester (4 muri, 12 punti) accanto a Mengozzi (10, 2 stampate). Nuova fantastica prestazione di Giannotti (21 punti, 5 aces) ma la Tonazzo crolla ancora.

 

Di seguito tutti i risultati dettagliati della nona giornata e la nuova classifica:

Exprivia Neldiritto Molfetta vs Calzedonia Verona    0-3 (24-26; 14-25; 24-26)

Vero Volley Monza vs Cucine Lube Banca Marche Treia    0-3 (19-25; 19-25; 20-25)

Top Volley Latina vs Copra Piacenza    2-3 (25-20; 15-25; 25-23; 21-25; 11-15)

Sir Safety Perugia vs Revivre Milano    3-1 (22-25; 25-17; 25-19; 25-19)

Tonazzo Padova vs CMC Ravenna   1-3 (23-25; 25-20; 23-25; 18-25)

LUNEDÌ 8 DICEMBRE (ore 17.30): Modena Volley vs Altotevere Città di Castello

RIPOSA: Energy T.I. Diatec Trentino

 

CLASSIFICA:

# SQUADRA PUNTI PARTITE GIOCATE PARTITE VINTE
1. Macerata 22 8 7
2. Modena 21 7 7
3. Perugia 19 8 6
4. Trento 18 8 7
5. Verona 15 9 5
6. Ravenna 15 9 5
7. Latina 15 9 5
8. Piacenza 11 8 4
9. Molfetta 9 8 3
10. Città di Castello 6 7 2
11. Padova 5 9 1
12. Milano 2 8 1
13. Monza 1 8 0

Lascia un commento

scroll to top