Volley, Champions League – Piacenza si sblocca! Prima vittoria, Lugano ko. Trento facile in CEV

Hristo_Zlatanov_OK.jpg

Finalmente Piacenza! La Copra sconfigge il #Dragons Lugano per 3-1 (25-21; 25-17; 21-25; 25-16) e conquista così la sua prima vittoria stagionale in Champions League, dopo le due sconfitte al tie-break maturate in precedenza contro avversari non irresistibili come Constanta e Roeselare.

Al PalaBanca doveva andare in scena un match agevole, ma gli emiliani stanno davvero attraversando un periodo nero e sono riusciti a complicarsi la vita anche contro la modesta formazione svizzera. Fortunatamente, alla lunga, è uscito fuori il maggior tasso tecnico dopo la svarione del terzo parziale e i biancorossi hanno alzato le braccia al cielo dopo i cinque ko consecutivi che hanno caratterizzato il mese di novembre.

Con questa affermazione hanno agganciato il Roeselare al secondo posto nella classifica della Pool A e scontano tre lunghezze di ritardo dalla capolista Constanta al termine del girone d’andata. Ora servirà una bella vittoria nello scontro diretto per strappare la qualificazione agli ottavi di finale.

 

Determinante la prova a muro (10 contro 7) e a servizio (8 aces contro 2), bella prestazione in attacco (48%). Da segnalare i 16 punti di Ter Horst (rimarrà o prenderà la strada di Monza?) e di un eccezionale Jacopo Massari (52% in attacco, 64% di ricezione positiva); 13 punti per il solito capitano Zlatanov, belle le dieci segnature di Alletti.

Lugano si è aggrappata alla prestazione monstre di Cesar Provenzano De Pra, ma i suoi 23 punti non sono bastati ai Dragoni per racimolare il primo punto in Champions.

CLASSIFICA POOL A: Constanta 8 punti (3v-0p), Roeselare 5 punti (2v-1p), Piacenza 5 punti (1v-2p), Lugano 0 punti (0v-3p).

 

Tutto facile per Trento che ha spazzato via per 3-0 (25-16; 25-12; 25-20) gli israeliani del Maccabi Tel Aviv nell’andata degli ottavi di finale di Coppa CEV, ipotecando il passaggio del turno. Non c’è mai stata storia: favoloso 59% in attacco, 10 aces, 14 muri!

Top scorer Matey Kaziyski (11 punti), rimasto a riposo Filippo Lanza per problemi alla spalla e sostituito da Michele Fedrizzi (8). Nove punti per il giovane Nelli in un set e mezzo, dopo che ha sostituito Nemec. Quattro muri per Solé, Birarelli a riposo.

Tag

Lascia un commento

Top