Sport in TV: tutti i diritti televisivi del 2015, tra novità e conferme

Sport-in-tv-Rai-Sky-Mediaset.jpg

Il 2014 è stato l’anno delle Olimpiadi invernali e dei Mondiali di calcio brasiliani, due eventi che hanno captato l’attenzione di tutto il mondo sportivo. L’anno che ci aspetta, però, pur non essendo olimpico, non sarà certamente da meno, come dimostrano i tantissimi eventi in programma nel 2015. E allora, dove guardare le rassegne sportive della stagione che verrà?

Negli anni dispari, l’evento sportivo più seguito in assoluto è generalmente il Tour de France, la corsa ciclistica per eccellenza. Come sempre, la Rai offrirà un’ampia copertura per quanto riguarda questo sport, con il Tour, il Giro d’Italia, la grandi classiche e la competizione iridata di settembre, mentre la Vuelta a España visibile unicamente su Eurosport in passato, da quest’anno tornerà anche nel palinsesto della Rai, come annunciato da Francesco Pancani in una tappa del Giro d’Italia 2014. Alcune corse (Gand-Wevelgem, Giro di Romandia, Giro di Svizzera) saranno poi visibili sul canale tematico Bike Channel (numero 214 sulla piattaforma Sky).

La televisione pubblica, inoltre, trasmetterà anche i Campionati Mondiali di nuoto, di scherma e di atletica, assieme ad Eurosport, mentre i diritti per quanto riguarda la Diamond League appartengono a Fox Sports, con la Rai che dovrebbe comunque mantenere la prova italiana del Golden Gala di Roma.

Per il tennis, Sky trasmetterà il torneo di Wimbledon, mentre gli altri tornei del Grande Slam (Australian Open, Us Open e Roland Garros) saranno visibili su Eurosport. Il canale tematico Supertennis sarà invece il punto di riferimento per la Coppa Davis e la Fed Cup, con la Rai che trasmetterà le partite dell’Italia (quelle della Davis saranno però in differita), senza dimenticare che la televisione pubblica continuerà ad avere un importante spazio in occasione del Roland Garros.

Ancora Raisport garantirà come sempre la trasmissione di tutte le gare della Coppa del Mondo di sci alpino, e di buona parte delle prove delle altre discipline FIS e degli sport da budello, nonché la prova di Anterselva per la Coppa del Mondo di biathlon. Per il 2015, poi, si aggiungeranno le competizioni iridate degli stessi sport invernali. Per non perdersi nulla del pianeta della neve e del ghiaccio, e poter guardare anche tutto il biathlon, però, sarà necessario fare riferimento ad Eurosport, attraverso Mediaset Premium, la piattaforma Sky oppure il Player disponibile (a pagamento) sul sito.

Per il rugby, fino al 2017 il Sei Nazioni sarà  trasmesso da DMAX, canale visibile in chiaro sul digitale terrestre e appartenente a Discovery Channel che trasmette anche i test match degli Azzurri. Un grande ritorno già avvenuto nel 2014, dopo che Sky aveva strappato i diritti a La7, rete che ha avuto il merito di lanciare in Italia uno sport fino ad allora fortemente sottovalutato. I Mondiali, al contrario, dovrebbero restare du Sky ma su DMAX potrebbero essere trasmesse alcune partite, a seconda degli accordi fra le emittenti. La Rai trasmetterà invece il Campionato di Eccellenza, così come molte delle competizioni nazionali degli sport di squadra (pallavolo, basket, pallanuoto…).

Gli appassionati di motori, invece, dovranno puntare soprattutto su Sky, che trasmetterà tutto il Mondiale di F1 (sempre con qualche concessione alla Rai) ed il Motomondiale, mentre il Mondiale Superbike resterà visibile in chiaro su Italia 1 ed Italia 2.

Resta poi il grande marasma riguardante il pianeta calcio, con Mediaset Premium e Sky Sport che proseguiranno a farsi la guerra: Sky continuerà a trasmettere tutta la Serie A, ma dalla prossima stagione Mediaset avrà l’esclusiva per la Champions League, oltre alle partite di campionato delle solite squadre (Juventus, Milan, Inter, Roma Lazio, Napoli, Fiorentina, Atalanta, Genoa, Verona, Torino e Palermo). In compenso, la televisione di Murdoch dovrebbe prendersi l’Europa League.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top