Speed Skating, Coppa del Mondo: grande Italia, ottimo quinto posto nel Team Pursuit

Andrea-Giovannini-Speed-skating-Profilo-FB-Giovannini-Libera.jpg

A Berlino si sono aperte le danze. Prima giornata della terza tappa di Coppa del Mondo, con un’Italia che si è mostrata in forma. Ai nastri di partenza nella gara che apre il programma odierno, i 3000 metri Division B, Francesca Lollobrigida, prima italiana a rompere il ghiaccio quest’oggi, finisce quarta in 14:13.01, dietro alle olandesi Carlijn Achtereekte e Carien Kleibeuker e alla polacca Katarzyna Wozniak. L’Italia ha continuato ad essere protagonista anche nella prima gara dei 500 mentri donne: ancora una volta nella Division B, Yvonne Daldossi ottiene un ottimo secondo posto, con il cronometro che segna 39.25. La prima piazza è stata conquistata dalla statunitense Brittany Bowe, terza la russa Yuliya Kozyreva. A terminare la sessione mattutina è la gara dei 500 metri maschili, che regala subito una gioia all’Italia. Mirko Nenzi trionfa nella Division B, infatti, con il tempo di 35.40, davanti al tedesco padrone di casa Samuel Schwarz e al finlandese Mika Poutala. L’altro italiano David Bosa arriva 16esimo (35.91), mentre Luca Zanghellini taglia il traguardo in 26esima posizione (36.42).

Il programma pomeridiano è aperto dai 3000 metri donne del gruppo maggiore: doppietta olandese con Ireen Wüst, che precede la connazionale Marije Joling in 4:01.55. A completare il podio, la russa Martina Sábliková. Si prosegue poi con le gare della Division A: 500 metri sia maschili che femminili. Iniziano le donne, tra cui trionfa la coreana Sang-Hwa Lee in 37.87, mentra sul secondo e il terzo gradino del podio si piazzano Heather Richardson per gli Stati Uniti e Margot Boer, ennesima medaglia olandese. Fra gli uomini, invece, è la Polonia a gioire con Artur Was, che chiude in 35.01 davanti al canadese Laurent Dubreuil. Bronzo ancora all’Olanda di Michel Mulder, con il tempo di 35.12.

Chiude questo venerdì berlinese il Team Pursuit maschile, che vede protagonista la squadra italiana, composta da Nicola Tumolero, Andrea Giovannini, Luca Stefani e Mirko Nenzi. Gli azzuri ottengono uno straordinario quinto posto, traghettati verso il traguardo da un incredibile Giovannini con il tempo di 3:48.48. Un po’ di rammarico per la parte finale: Tumolero arriva leggermente distanziato rispetto alla testa del gruppo. Sul podio Polonia, Corea e Olanda, mentre il legno va alla Russia. Un’Italia che nel complesso si è comportata egregiamente, arrivando nelle prime cinque posizioni in tutte le quattro gare a cui ha partecipato.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

stefania.gemma@olimpiazzurra.com

Foto: Profilo FB Andrea Giovannini

Lascia un commento

Top